Passalacqua: doveva vincere e ha vinto bene

Dal PalaBrera di Broni. che ha ospitato il primo dei quattro recuperi che la attendono per mettersi in pari con il calendario, la Passalacqua torna a casa con un successo di enorme importanza sia per la classifica sia per il morale. Ha vinto bene, con buon scarto, nonostante il referto presentasse di nuovo solo nove aquile e Giuditta Nicolosi in panchina solo a far numero. E ha vinto senza soffrire troppo, prendendo in mano la gara dopo un primo quarto nel quale ha pagato dazio alle avversarie ma ha preparato le misure da prendere nel secondo, con coach Gianni Recupido che ha fatto rotare tutte le “inmaglianeradatrasferta” per non farle stancare troppo in vista dei prossimi impegni, molto ravvicinati e tutti molto duri. Quattro in doppia cifra – Marzia Tagliamento (20 punti) top scorer, Tikvic e Kuier 14 punti e Santucci 10 – più Marshall e Romeo subito dietro, molti minuti per Trucco e spazio anche per Bucchieri: una squadra determinata, attenta in difesa e pungente in attacco, anche se non sono mancati gli errori. Errori da evitare e di sicuro evitabili, ma tra la panchina cortissima, quattro titolari fuori, alcune reduci dalla positività, il mese e mezzo di stop forzato ancora in via di smaltimento e il calendario zeppo di infrasettimanali, non si poteva pretendere di più. Quindi godiamoci il successo e guardiamo avanti con (motivata) fiducia. Intanto, tra domenica e mercoledì sono in programma al PalaMinardi due importantissime verifiche, che si spera di affrontare con il referto “sistemato”. Domenica 6, alle 16,00 con Limonta Costa Masnaga – arbitri Scrima (Cz), Culmone (Bo) e Praticò (Rc) – e mercoledì 9 alle 17,00 con Vigarano.

di Redazione03 Dic 2020 12:12