Domenica siciliani alle urne in 60 comuni. Si vota anche a Ispica

Domenica 4 e lunedì 5 ottobre i siciliani saranno chiamati alle urne in 60 comuni, tra cui Ispica nel Ragusano: 15 con il sistema proporzionale e 45 con quello maggioritario, per una popolazione complessiva di 738.406 cittadini. Si vota domenica dalle 7 alle 22 e lunedì dalle 7 alle 14. L’eventuale turno di ballottaggio sarà domenica 18 e lunedì 19 ottobre, con gli stessi orari. Lo scrutinio inizierà subito dopo la chiusura dei seggi. Gli unici capoluoghi di provincia coinvolti nelle amministrative sono Enna e Agrigento. Nei comuni con popolazione fino a 15.000 abitanti viene eletto al primo turno il candidato sindaco che ottiene il maggior numero di voti validi. Nei comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti, viene eletto sindaco il candidato che ottiene almeno il 40% dei voti validi al primo turno. In caso contrario, si procederà al ballottaggio e risulterà eletto il candidato che avrà ottenuto più voti. L’elettore può scegliere di votare per una lista, attribuendo così automaticamente la preferenza anche al candidato sindaco collegato, oppure può votare solo per il candidato sindaco. Si può inoltre effettuare il voto disgiunto, votando per un candidato sindaco e per una lista a esso non collegata. Per il consiglio comunale, l’elettore può esprimere la propria preferenza scrivendo il cognome, o nome e cognome in caso di omonimia, del candidato prescelto di fianco al simbolo della lista. Qualora esprima 2 preferenze, dovranno essere una di genere maschile e l’altra di genere femminile, pena l’annullamento della seconda preferenza espressa. A Ispica si vota con il sistema proporzionale. Sono 4 i candidati alla carica di sindaco: l’uscente Pierenzo Muraglie sostenuto dal centro sinistra, Innocenzo Leontini con alcune liste civiche e la Lega, Guido Franzò candidato del M5S, e Antonello Calvo sostenuto da Fratelli d’Italia e Progetto Verde.

di Stefano Ferrera03 Ott 2020 13:10