Ragusa e i problemi della rete idrica, insorgono i Giovani Democratici

La polemica questione sorta intorno ai recenti disagi alla rete dell’approvvigionamento idrico continua ad alimentare lo scontro tra Pd ed amministrazione; in particolar modo, questa volta è la falange più giovane dei democratici (i Giovani Democratici, per l’appunto) ad inserirsi nel dibattito.

“L’acqua non c’è” è il nome dato alla manifestazione che si terrà il pomeriggio di mercoledì 1 giugno all’ombra di Palazzo dell’Aquila: si tratterà di un sit-in aperto a tutti. Un invito che i Giovani Dem rivolgono, ovviamente, soprattutto alle frange di popolazione colpite dai recenti disservizi.

L’invito alla partecipazione è stato così elaborato dai Giovani Dem: “riteniamo che una iniziativa del genere sia necessaria per denunciare i disservizi conseguenti a una situazione non più tollerabile da parte delle famiglie ragusane. Non può essere che si va avanti così e che nessuno sappia indicare quali le potenziali soluzioni. Bisogna assumersi le proprie responsabilità. Noi, intanto, protestiamo e poniamo l’accento sul problema. Invitiamo, anzi, quante più persone possibili e a partecipare, facendo sentire la nostra voce in maniera unita. Solo così possiamo sperare che la Giunta Piccitto decida di prendere in considerazione con la massima serietà le nostre rimostranze su un disagio che merita un’adeguata soluzione”.

di Carmelo Dipasquale31 Mag 2016 11:05