BOCCIATO IL PIANO DI UTILIZZO DELLE ROYALTIES, ANCORA UNA VOLTA LA MAGGIORANZA VUOLE FARE COME GLI PARE

Ieri sera è stato bocciato il piano di utilizzo delle royalties che era stato presentato dalle consigliere Sonia Migliore e Manuela Nicita. Un atto gravissimo quello che si è assunto la maggioranza e che, di fatto, dà il via libera all’Amministrazione comunale di impiegare le somme delle royalties come meglio crede e senza alcun controllo. Da una parte, dunque, dicono di non volere le trivellazioni e dall’altra prendono tantissimi milioni difendendoli a spada tratta per poi spenderli come meglio credono. Abbiamo perso l’opportunità del piano di utilizzo delle royalties con la scusa che sarebbe incompatibile con l’emendamento Dipasquale, e questo non è vero anche perché avevo presentato un apposito emendamento togliendo i vincoli di spesa ma lasciando i capitoli, per dare così un indirizzo ben preciso alle spese che si sarebbero potute sostenere con queste entrate. In particolare erano previsti bonifica ambientale, interventi per efficientamento, interventi a favore delle imprese, realizzazione di piccole opere pubbliche, interventi per la detassazione e sgravi fiscali per le piccole e medie imprese e attività commerciali, nonché a sostegno delle famiglie più numerose e in relazione all’Isee. La verità è che non solo le royalties le vogliono ma non vogliono nessun vincolo e controllo. Abbiamo sentito dichiarare dall’assessore Stefano Martorana che il welfare è appoggiato sulle royalties e questo è davvero inconcepibile oltre che grave secondo noi, anche perché come si spiegano 21,3 milioni di aumento di tasse e oltre 20 milioni di spesa corrente? Abbiamo già presentato una richiesta di atti per avere nel dettaglio tutti i capitoli di spesa: non hanno capito che le royalties non sono soldi dell’amministrazione Piccitto ma dei ragusani.

di Redazione24 Feb 2016 11:02