Appalto smaltimento RSU all’UREGA. Il sindaco coinvolge il Prefetto di Ragusa

Preoccupato per i ritardi con i quali non viene esperita la gara d’appalto per l’affidamento del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto allo smaltimento dei rifiuti solidi urbani differenziati ed indifferenziati all’UREGA (Ufficio regionale espletamento gare d’appalto), il sindaco ha chiesto e ottenuto un incontro, avvenuto questa mattina, con il Prefetto di Ragusa, Annunziato Vardè.
Il sindaco Abbate, accompagnato dalla PO del XII settore, ing. Carmelo De Naro, ha illustrato al Prefetto le ragioni della sua visita perché gli appare inspiegabile e inconcepibile che dal 17 settembre u.s. non vengono aperte all’UREGA le sette buste, custodite dall’Ufficio regionale di Ragusa, per affidare la gara di appalto.
Dopo la costituzione della commissione composta da cinque componenti, (presidente e suo vice provenienti da altri UREGA provinciali, due componenti sorteggiati dall’Assessorato regionale all’Energia e una di indicazione dell’ente), sia il presidente, il dr. Francesco Marsala, presidente UREGA Siracusa e il suo vice, Arch. Loredana Pace, vice presidente UREGA di Agrigento, hanno rassegnano le dimissioni.
Gli altri componenti nominati sono il dr. Giuseppe Di Stefano per il Comune di Modica, l’ing. Giovanni Amato e l’ing. Giovanni Savasta entrambi componenti esperti.
Il sindaco in una nota inviata, il 20 ottobre scorso al dirigente generale del dipartimento regionale tecnico e al servizio 1 del Dipartimento regionale tecnico, aveva espresso la necessità, atteso che il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani viene espletato con ordinanza sindacale da oltre sei anni, di procedere con la massima celerità all’aggiudicazione dell’appalto, sulla scorta della notizia che il presidente della commissione, per impegni dello stesso, non poteva procedere all’apertura delle buste non prima del dicembre 2015.
Al termine della riunione nella sede provinciale del Governo, il Prefetto Vardè ha assunto impegno con il sindaco, che lo aveva invitato a vigilare sulla tempistica dell’espletamento della gara di appalto, che sarebbe intervenuto, da subito, presso l’UREGA regionale e i dirigenti del Dipartimento regionale tecnico per fare chiarezza sui ritardi accumulati e per attivare le procedure, in tempi stretti, per la ricomposizione della commissione per concretizzare l’apertura delle buste.
“Ho valutato ingiustificato, ammette il sindaco, il ritardo sinora registrato nell’ apertura delle sette buste che sono custodire all’UREGA di Ragusa ed è per tale ragione che ho compulsato, incontrandolo stamani, sua Eccellenza il Prefetto di Ragusa che mi ha fornito ampie assicurazioni sullo svolgimento celere della gara di appalto. Anche perché la conseguenza prima di questi ritardi e che sarò costretto a rinnovare l’ordinanza per garantire alla collettività la pulizia e il decoro della città”

di Redazione11 Nov 2015 19:11