Expo 2015. L’esordio di successo della terra iblea al Cluster Bio-Mediterraneo

Ragusa ha esordito con successo all’interno del Cluster Bio-Mediterraneo di Expo. Sono stati presentati due show cooking dedicati a due piatti tipici della cucina iblea che costituiscono il substrato della cultura gastronomica ragusana. L’apertura è stata riservata alla caponata di melanzana cucinata dallo chef Salvo Nicastro, che ha decantato i sapori dei prodotti orticoli di Vittoria. Non solo melanzana ma anche peperoni e pomodori oltre al sedano e ad un condimento di sesamo. L’altro show cooking è stato dedicato alla degustazione del gelato all’olio d’oliva preparato dallo chef Giovanni Brullo, su iniziativa del Consorzio di Chiaramonte. La presenza del Consorzio ha permesso di presentare l’iniziativa editoriale del Ricettolio, una guida nella quale figurano alcuni chef stellati che raccontano le ricette dove impera l’olio d’oliva Dop Monti iblei.
La prima giornata di Ragusa ad Expo è stata l’occasione per presentare le eccellenze di Ragusa ad opera dei consorzi di tutela: vino Cerasuolo di Vittoria, Ragusano Dop, Olio d’oliva Dop Monti iblei, Consorzio Ortofrutta e consorzio Colli iblei.
In uno speakeasy condotto dal giornalista Gianni Molè, che ha registrato la partecipazione anche del commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa Dario Cartabellotta, il direttore del Ragusano Dop e il presidente del Consorzio d’olio Dop Monti iblei Peppino Arezzo hanno posto l’accento sulla qualità dei loro prodotti. “Si tratta – hanno detto – di un valore aggiunto per acquisire nuove fasce di mercato”.
Cartabellotta ha esaltato la bontà dell’economia ragusana, che “grazie all’imprenditorialità dei suoi produttori – ha dichiarato – ha saputo ottenere risultati di grande valore. Prodotti che esaltano la bontà di una terra che è riuscita a mantenere il segno della civiltà contadina attraverso l’impegno di una serie di imprenditori illuminati”.
Ieri al Padiglione Sicilia del Cluster Bio Mediterràneo di Expo si è registrata l’applaudita esibizione di due artisti vittoriesi. Il giornalista Andrea Di Falco ha presentato il cantastorie Giovanni Virgadavola, il quale ha messo in scena una serie di storie rielaborate dalla sua arte affabulatoria: “Chista eni a mo Sicilia”, “A storia ra baronessa ri Carini”, “A storia ri lu castellu ri Ronnafugata”.
Il cantautore Aldo Raffaele ha omaggiato la Ragusa letteraria presentando i versi musicati dall’‘Amaro miele’ di Gesualdo Bufalino.
Il programma di oggi prevede la Colazione Mediterranea: Molitura Olive a cura di Pippo Cicero. Viene offerta la degustazione del pane di grano duro con olio dop Monti Iblei.
Subito dopo è previsto lo Show Cooking curato dallo chef Raffaele Flaccavento, nel corso del quale vengono preparati i cavati alla Norma.
Dopodiché è il momento della presentazione e degustazione riservate ai prodotti delle aziende, a cura del Comune di Vittoria. Andrea Di Falco coordina l’incontro con i rappresentanti di sei imprese del comparto agroalimentare: l’olio extravergine di Fossa di Lupo e della Tenuta Iemolo, le conserve di Spatuzza e Verdòro, l’ortofrutta di Flora di Sicilia e di Sicilyegin.
Alle 17 è in programma la conferenza del Consorzio Citur. Vengono preparate le “Scacce” degli Iblei. Sono previsti gli interventi di Cino Tortorella e dello chef Gualtiero Marchesi.
Dalle 19 alle 21 tornano in scena, per l’ultima volta all’Expo, Giovanni Virgadavola e Aldo Raffaele.

di Redazione02 Ott 2015 17:10