Calcio: Ragusa in casa (15,30), Marina a Gela, N. Team spostata a martedì

scrcrgL’improvvisa, dolorosissima scomparsa di Peppe Borgese ha imposto alla società verdearancio la richiesta di un breve rinvio alla gara in calendario domenica nell’impianto comisano, spostata a martedì pomeriggio. Giocano invece regolarmente le altre due squadre ragusane, in una quarta di andata caratterizzata dallo scontro diretto di Caltanissetta tra la capolista Sc Nissa e il S. Croce. Reduce dal pareggio nel derby di S. Croce, il Ragusa affronta al Selvaggio il Macchitella Gela (15,30, arbitro De Caro di Agrigento) puntando al successo, indispensabile per mantenere la già buona classifica attuale (e l’ancora migliore media inglese) e, soprattutto, profittare di eventuali “rallentamenti” di chi sta più avanti: nello stesso tempo, intende cancellare l’amaro ricordo dell’incredibile sconfitta interna della scorsa stagione (da 2-0 a 2-3 nella ripresa) che alla fine si sarebbe rivelata decisiva per l’esclusione dai play off. Superate bene, perfino con parecchi rimpianti, due tra le più difficili trasferte del torneo, al ritorno in casa dopo la goleada col Ravanusa, gli azzurri si augurano che i primi segnali positivi sulla presenza di pubblico, trovino conferma rivelando un ritrovato feeling tra squadra e tifoseria, dimostrato dalla quantità di spettatori in tribuna. Salvatore Utro recupera Pianese, che ha scontato la squalifica, e Sella, guarito dall’infortunio, ma dovrà fare a meno dello squalificato Patti (espulso dalla panchina) e di Iapichino, infortunato piuttosto seriamente ad entrambi i polsi a S. Croce. Il pronostico è nettamente orientato in favore dei padroni di casa, migliori come singoli e come complesso, ma per vincere servirà comunque la stessa determinazione messa in mostra nelle prime tre gare della stagione.
scrrg2Il Marina di Gianni Gurrieri, forte dell’eccellente piazzamento, del morale molto alto dopo la vittoria interna col Comiso e di un Leone in salute in testa alla classifica cannonieri gioca a Gela contro l’Atletico (arbitro Coco di Caltanissetta). Gara certamente difficile, ma i rivieraschi hanno buone chances di raccogliere i primi punti lontano dal Selvaggio.

di Gianni Papa03 Ott 2015 14:10