Fondi ex Insicem. La Provincia: “Già impegnati e vincolati somme per 52 mln di euro”

In relazione alle dichiarazioni rese dal presidente dell’associazione ‘Confronto’ ed ex assessore provinciale allo Sviluppo Economico Enzo Cavallo, in ordine ad una presunta sotto utilizzazione dei fondi ex Insicem, si osserva che dallo stato di attuazione del programma, la quota dei fondi utilizzata per affidamenti in corso di esecuzione o per l’assunzione di impegni vincolanti volti alla realizzazione delle opere previste dal piano, è pari a 38,267 milioni di euro.

A questa quota va aggiunta quella destinata al co-finanziamento dei collegamenti viari tra la S.S. 514 – Aeroporto di Comiso – Autoporto di Vittoria – S.S. 115, per un importo complessivo di euro 52,653 milioni, pari ad oltre il 90 per cento delle somme stanziate con il piano, per cui non può parlarsi di “mancato utilizzo delle somme stanziate”.
Si sottolinea altresì che non solo sono stati contrattualizzati la maggior parte degli interventi (e fra l’altro quelli infrastrutturali più importanti, relativi ai collegamenti stradali al porto di Pozzallo ed all’aeroporto di Comiso, di imminente avvio) ma l’azione integrata delle amministrazioni che hanno sottoscritto l’accordo di programma, finalizzato alla attuazione del Piano, ha consentito di raggiungere al di là di qualsiasi ottimistica previsione l’importante obiettivo del cosiddetto “effetto moltiplicatore”. Obiettivo espressamente prefissato dal partenariato socio-economico ed istituzionale al momento della formazione del Piano di utilizzo: sicché ad oggi utilizzando i fondi ex Insicem in quota co-finanziamento, sono stati acquisiti a favore del territorio ulteriori investimenti per circa 109,37 milioni di euro, cioè oltre il doppio della iniziali risorse ex Insicem.
Sono stati realizzati le zone artigianali in tutti i Comuni iscritti al Piano degli agglomerati Asi del primo e del secondo lotto, anche se si registrano ritardi nella progettazione delle azioni di infrastrutturazione per le zone artigianali previste di Modica ed Ispica.
“Consapevole – afferma il commissario straordinario Carmela Floreno – del ruolo che i fondi ex Insicem hanno per l’economia locale, questa Provincia – Libero Consorzio Comunale e gli altri soggetti sottoscrittori delle intese attuative del programma valuteranno congiuntamente ogni utile e possibile azione correttiva”.

di Redazione10 Ott 2014 13:10