Ue: Mauro (Gal-FI) a 51° Cosac, nuova Europa punti su giovani e scommetta su nuova immigrazione

Roma, 18 giu – “Il tema piu’ importante che abbiamo affrontato sono i nostri giovani, le nuove generazioni, noi non possiamo essere la generazione del declino, non puo’ questa generazione politica non investire sul futuro dell’Europa, che appartiene gia’ alle nuove generazioni e che dobbiamo preparare alle nuove sfide”. Così il capo delegazione del Senato Giovanni Mauro, senatore di Forza Italia nel gruppo Grandi Autonomie e Libertà, intervenendo, ad Atene, alla 51ª Conferenza degli Organi specializzati in Affari Comunitari (COSAC) dei Parlamenti dell’Unione Europea che conclude il semestre di Presidenza greca del Consiglio dell’Unione europea.

“Qualche volta – ha aggiunto – dimentichiamo quanto siamo importanti, 41 assemblee parlamentari in rappresentanza di 28 nazioni, la Cosac che ritroveremo a Roma è la transizione tra l’Europa dei governi e l’Europa dei popoli. Qui ad Atene è nata la politica, a Roma è nato il diritto, accogliamo la fiamma che oggi il tedoforo greco ci consegna. L’Europa del futuro, dei giovani, ha bisogno di un pensiero forte di benessere e di convivere bene, non più un’Europa dei sacrifici, ma delle opportunita’. Dando anche ad altri il nostro benessere, basti pensare ai migranti, ai rifugiati, che sfidano le acque e purtroppo spesso muoiono sulle coste della mia Sicilia. Questo l’Europa non può ignorarlo, questi fenomeni non sono un problema drammatico, ma un’opportunità per creare un nuovo futuro”.

di Redazione18 Giu 2014 17:06