E’ stato un successo la 7ª passeggiata della salute

Si ripete il successo delle precedenti manifestazioni, la 7 passeggiata della salute e della solidarietà. Ha registrato la partecipazione di cittadini e di tanti associati dell’AIAD Molte persone si sono sottoposte allo screening per la misurazione della glicemia.

Una domenica, quella di oggi 25 maggio, iniziata con la pioggia ed il cielo coperto dalle nuvole, ma lo stand dell’AIAD, di prima mattina, alle 8,30 era già aperto per accogliere i maratoneti.  Ottanta partecipanti provenienti da tutta Italia e numerosi dalla provincia di Ragusa. A dare il via, Elio Sortino e Mimmo Causarano dell’Associazione “No Doping”.

Alla spicciolata arrivavano, forse per paura della pioggia, un po’ fuori stagione, alcuni curiosi, che chiedevano cosa c’era in programma…. Il gazebo intorno alle 9.00 era già occupato dai volontari: i medici dell’AIAD Raffaele Bennardo e Giorgio Lomagno, lo psicologo Damiano Cascone e tanti altri, accorsi per dare una mano per organizzare la passeggiata.
Padre Giorgio, tra i primi arrivati, pronto a sottoporsi allo screening e dare una testimonianza di affetto e di sostegno all’iniziativa, ma è dovuto scappare via. Gli ammalati lo aspettavano per celebrare la Santa Messa nella cappella dell’ospedale. Giuseppe Occhipinti dell’Associazione Cives, ha avuto il piacere di misurare la glicemia al direttore della Pastorale della Salute della diocesi di Ragusa, Padre Giorgio .
La piazza si riempiva di bambini, tanti e dei loro genitori, ma anche dei “vecchi” partecipanti che, come ogni anno, aspettano come un appuntamento fisso, la Passeggiata della salute. Anche i ragazzi migranti ospiti dei centri di accoglienza si sono uniti al gruppo.
I cappellini dell’AIAD indossati dalla gente davano una macchia di colore e, quasi come un segnale di avvio, hanno aperto il cielo al sole e all’azzurro.
Sono arrivati, quasi in contemporanea, il Commissario Straordinario dell’ASP, dott. Vito Amato e l’assessore ai sevizi sociali del comune di Ragusa, Flavio Brafa, entrambi si sono sottoposti allo screening. Subito dopo, anche loro si sono messi in cammino per la Passeggiata.
Nella splendida piazza Duomo, l’Associazione Kairos ha allestito uno spazio per i giochi destinati ai bambini che non hanno partecipato alla passeggiata.
Il corteo ha iniziato il suo percorso dentro le straordinarie viuzze della città di Ibla. Per molti una scoperta, per i turisti che si sono uniti ai partecipanti della manifestazione, ma anche per molti ragusani che non conoscono le meraviglie di Ragusa inferiore.
Un “fiume giallo” che si è snodato per tutto il perimetro della città, man mano che avanzava aumentava il suo flusso dall’arrivo di altre persone.
La settimana Passeggiata della Salute si conclusa intorno alle 12,30 tutti stanchi, ma soddisfatti e “Ci siamo lasciati con la promessa che il prossimo anno saremo ancora qui presenti per rinnovare l’impegno dell’AIAD, a portare avanti il messaggio dell’importanza del movimento per prevenire malattie croniche come il diabete. Desidero, altresì, ringraziare, ancora una volta, tutti quelli che hanno concorso alla realizzazione di questa straordinaria manifestazione, in particolare “Conad” per averci, sin dalla prima edizione, fornito acqua e succhi di frutta destinati ai partecipanti. Un arrivederci al prossimo anno.” Con queste parole Gianna Miceli, ha così chiuso la settimana passeggiata della salute.

di Redazione26 Mag 2014 07:05