A Comiso si parla di Tares e il dibattito si infiamma

Al Comune di Comiso si parla di Tares. La Confesercenti insieme ad altre associazioni di categoria hanno incontrato l’Amministrazione per discutere delle agevolazioni previste dall’area Pip e naturalmente del saldo della Tares per il 2013.
I toni del dibattito si sono immediatamente accesi e non poteva essere altrimenti viste le oggettive difficoltà della categoria ad rispettare i propri obblighi e le tante anomalie riscontrate sulle bollette.

Confesercenti auspica per il futuro un progetto comune di collaborazione tra Amministrazione comunale e Associazioni di categoria, basate su un dialogo fattivo e collaborativo al fine di trovare soluzioni che comprendano tutte le aree produttive, nessuna esclusa, suggerendo di accelerare il censimento delle utenze non dichiarate al Comune ad oggi, al fine di alleggerire l’imposizione che ha colpito commercianti e cittadini di Comiso. Inoltre auspica che il processo di correzione degli errori registrati sugli avvisi di pagamento emessi ricada sulle utenze non censite e non si adoperi per una distribuzione che coinvolga tutti.

Confesercenti, a seguito dell’incontro, informa i propri associati che le proprie sedi sono disponibili a verificare il corretto calcolo del tributo dovuto, inoltre comunica la disponibilità dell’Amministrazione comunale a valutare per ogni singolo caso un eventuale rateizzazione dei tributi locali, e non solo della Tares 2013.

di Rosario Distefano04 Mar 2014 08:03