Al via la 25°Kamò

emaia kamoGiuseppe Nicosia, sindaco di Vittoria, alle 16.40 di oggi pomeriggio ha tagliato il nastro inaugurale della 25ª Kamò, Salone della casa, della moda, della sposa. Presenti alla fiera: Giovanni Denaro, presidente della Fiera Emaia e Salvatore Di Falco, presidente del Consiglio comunale di Vittoria.
Secondo Giovanni Denaro, “la Kamò è una fiera che intende puntare sui talenti. Infatti, anche quest’anno viene confermata Sicilia di Moda, dodicesimo concorso nazionale per giovani stilisti, in collaborazione con la Koefia, l’Accademia di Moda storicamente legata alla Fiera Emaia. In questa edizione, oltre agli istituti professionali, vengono coinvolte nel progetto anche le accademie della moda nazionali e internazionali. Con un sguardo particolare rivolto verso i paesi del Mediterraneo. La qualità dell’evento è garantita dalla presenza di un direttore artistico d’eccezione: Manuel Giliberti, regista e scenografo. Uomo di cinema e di teatro, nominato di recente consulente artistico dell’Istituto nazionale del dramma antico di Siracusa, nell’anno del centenario della Fondazione. L’obiettivo del progetto Sicilia di moda, ancora una volta, è quello di riconoscere e premiare il talento.”
Per la conduzione di Sicilia di moda è stata chiamata Barbara Clara, interprete della soap opera televisiva Centovetrine. Madrina del concorso è Galatea Ranzi, attrice ronconiana, reduce dai trionfi internazionali de La grande bellezza di Paolo Sorrentino. Sul palco del Pala Moda Emaia irrompe anche la musicalità di Rosa Balistreri, nella rilettura di Carlo Muratori che si esibisce in un duetto con Lucia Sardo, memorabile madre di Peppino Impastato ne I cento passi di Marco Tullio Giordana. Giliberti vuole omaggiare il teatro classico attraverso le parole pronunciate da sette attori, allievi del Dramma antico.
Per Denaro, “il Polo fieristico del Mediterraneo, nonostante le difficoltà che derivano dalla terribile crisi economica, si muove in controtendenza rispetto alle esperienze siciliane”.
Il presidente è convinto che l’Emaia sia “destinata a confermarsi quale eccellenza siciliana solo se avrà l’opportunità di innovare”.
Denaro traccia un “bilancio in crescita dei primi due anni di presidenza. Abbiamo cercato d’invertire la tendenza. La Fiera Emaia è ormai un marchio inconfondibile. Sinonimo di qualità e impegno. Si tratta di un format collaudato, che si arricchisce ogni anno, grazie ad una mirata strategia comunicativa”.
Salvatore Di Falco esprime il proprio plauso “nei confronti dell’attività della Fiera Emaia. Si congratula con il presidente e con il direttore. Ma, soprattutto, manifesta apprezzamento per il coraggio mostrato, ancora una volta, dagli imprenditori che scelgono di esporre nella Fiera Emaia”.
Giuseppe Nicosia chiarisce subito che “la Kamò rispetto alla “Novembrina” è una fiera minore. Eppure, la Kamò, al pari dell’Agrem, essendo una fiera settoriale, punta sulla qualità e sulla fidelizzazione degli imprenditori. La Fiera Emaia, negli anni, per la città si è caratterizzata quale vetrina commerciale e luogo d’incontro e di crescita culturale e artistica”.
Per il sindaco, “alla Kamò spetta il compito di aprire le manifestazioni dell’Emaia. Quattro giorni di moda e arredamento, per scoprire le tendenze e i must della prossima stagione. Siamo alla venticinquesima edizione: un traguardo importante per una rassegna che è in costante crescita. Quest’anno gli eventi, saranno “concentrati” in quattro giorni: una full immersion nel mondo delle sfilate e dei nuovi dettami stilistici, con un occhio sempre rivolto al territorio e ai suoi talenti”.
Secondo Nicosia, “tra le conferme di questa edizione, il concorso Sicilia di moda, che sotto la direzione artistica di Manuel Giliberti, aprendosi ai paesi del Mediterraneo, ha compiuto un salto di qualità”.
Per il primo cittadino, “l’Emaia allarga i propri orizzonti, puntando a obiettivi sempre più alti. E in un momento difficile quale quello attuale, segnato da una profonda crisi economica, la vetrina di Kamò può rappresentare un’occasione di rilancio. Le scelte finora compiute si sono dimostrate vincenti, e sono certo che anche questa nuova rassegna sarà caratterizzata da numeri in positivo, che possano infondere ottimismo e fiducia”.

di Redazione13 Feb 2014 23:02