Dipasquale contro Gurrieri. Botta e risposta

sebastiano gurrieriSi chiama Roberto Rizzo, funzionario dell’assessorato  regionale, il nuovo commissario della Camera di Commercio di Ragusa. Lo ha detto Nello Dipasquale, oggi pomeriggio, nel corso della conferenza stampa convocata per parlare delle dimissioni di Iano Gurrieri. L’on Dipasquale  ha tenuto precisare che il Commissario della camera di Commercio non si è dimesso di sua spontanea volontà come ha dichiarato nei vari comunicati stampa ma è stata una decisione dell’assessorato competente che non ha rinnovato l’icarico per le tante anomali riscontrate nella sua gestione. Secondo Dipasquale infatti l’ex on Gurrieri avrebbe speso con molta disinvoltura qualcosa come 1,4 milioni di euro impegnando parte di questi fondi in attività poco utili alle aziende in questi momenti di crisi generale. Dipasquale dopo aver snocciolato le cifre riguardanti alcune delle iniziative sponsorizzate dalla Cam Com,  ha fatto anche  riferimento alle missioni del commissario e ad alcuni incarichi per lo meno singolari come ad esempio quello per la realizzazione del busto in memoria di Pippo Tumino ( 8 mila euro )  e quello per l’illuminazione artistica del palazzo di Piazza Libertà( 20 mila euro) . Insomma per l’on Dipasquale il commissario  Gurrieri ha fatto tutt’altro che impegnarsi nell’iter per la normalizzazione dell’ente. Anzi proprio su questo argomento ci sarebbe una palese omissione. I ritardi sarebbero infatti pretestuosi e solo finalizzati ad essere più volte riconfermato nella carica di Commissario. Ma la conferenza stampa di Dipasquale ha subito scatenato la reazione di Gurrieri che ha convocato a sua volta i giornalisti inviando il seguente comunicato:

Sebastiano Gurrieri informa gli organi di stampa che venerdì 20 dicembre terrà una conferenza stampa alle ore 11.00 all’Hotel Montreal di Ragusa e rilascia la seguente dichiarazione:

“Era mia intenzione uscire di scena in punta di piedi  e senza alcuna drammatizzazione ma alla luce delle dichiarazioni fatte dall’ex sindaco  di Ragusa Nello Dipasquale, ho proprio fatto bene a non programmare un evento pubblico, perché ritengo che sia più utile adesso indire una conferenza stampa per controbattere punto per punto le affermazioni fatte da lui visto che ha un’idea bizzarra di moralità. Pare infatti che abbia detto che  io avrei gestito allegramente le risorse della CCIAA non tenendo conto del fatto che un Commissario straordinario è un organo monocratico.

Si va dicendo infatti, facendo ballare maliziosamente i numeri, che avrei speso in 9 mesi 1milione e 600mila euro, quando invece ne ho speso solo un terzo, per l’esattezza neanche 600mila euro,  tenuto conto oltretutto che l’Ente camerale non è un ente in difficoltà ma abbastanza florido perché ha un patrimonio di 12milioni di euro. In conferenza stampa sarò in grado di dimostrare che la gestione delle risorse camerali è stata fatta  a sostegno delle imprese e delle realtà commerciali che purtroppo vivono da tempo una difficoltà economica senza precedenti.

La sensazione, devo dire non solo mia, è che siccome in questo ultimo periodo l’ex sindaco di Ragusa è incappato in qualche incidente di percorso,  pensa di recuperare,  nel tentativo  di distogliere l’attenzione da sé, screditando l’operato di altri.

Per quanto riguarda invece il sottoscritto, non ha bisogno di rincorrere nessuno perché può dimostrare con dati di fatto, e non con supposizioni, o peggio ancora insinuazioni maliziose, di aver lavorato da Commissario della CCIAA nell’esclusivo interesse del territorio e a sostegno delle imprese, svolgendo in nove mesi un lavoro che, un amministratore senza ignavia e senza lode, come l’ex sindaco di Ragusa appunto, non riesce a fare in mezza legislatura, quanto meno sul piano della qualità degli interventi.

Infine sarò in grado di chiarire e puntualizzare anche riguardo le mie dimissioni”.

Sebastiano Gurrieri

di Direttore16 Dic 2013 20:12