Le navi poste sotto sequestro al Porto di Pozzallo impediscono la normale attività commerciale

SyntekExifImageTitleCon lettera indirizzata al Ministro degli Interni, al Ministro di Grazia e Giustizia, al Ministro per l’Ambiente, alla Prefettura di Ragusa, alla Procura Generale della Corte d’Appello di Catania, alla Procura della Repubblica di Modica, alla Direzione Marittima di Catania, alla Capitaneria di Porto di Pozzallo, al Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ragusa, al Comando della Guardia di Finanza di Pozzallo, ai Parlamentari Nazionali e Regionali della Provincia di Ragusa, il Sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna, ha evidenziato le problematiche della città in merito alle vicende che, nelle ultime settimane, la stanno coinvolgendo direttamente, mettendo in ginocchio l’economia locale.
Il primo cittadino, in particolare, ha espresso preoccupazione per la vicenda venutasi a creare al porto, dove risultano attraccate due navi poste sotto sequestro, che occupano gran parte della banchina commerciale, impedendo il consueto traffico di merce e creando gravi difficoltà agli imprenditori che lavorano nella struttura portuale.
Il Sindaco auspica che, nel più breve tempo possibile, gli organi deputati a risolvere questa delicata situazione, agiscano al fine di dare nuovamente sollievo ad una situazione che, giorno dopo giorno, sta diventando sempre più complessa.

di Veronica Barbarino11 Set 2013 11:09