Festa di San Giovanni. Diretta di Teleiblea: nonostante tutto!

gruppo san giovanniGrande attesa per la festa del Patrono di Ragusa san Giovanni. Nonostante le difficoltà l’emittente Teleiblea ha deciso di trasmettere in  diretta le fasi salienti della festa. E così anche quest’anno si potrà assistere stando comodamente a casa propria alla santa Messa celebrata dal Vescovo Mons. Urso.  Poi nel pomeriggio sintonizzandosi sul canale 110 del digitale terrestre da Licata a pachino si potranno seguire i momenti più emozionanti come la nisciuta del santo e dell’arca santa. Ci sono anche quest’anno degli interessanti contributi filmati sulla storia della Cattedrale e altre notizie culturali e religiose. La diretta partirà intorno alle 19.00. Dobbiamo precisare che  l’assessore Martorana, al quale era stata fatta richiesta di un piccolo  contributo per la realizzazione della diretta, ha dichiarato che l’amministrazione spende soldi  solo per quello che fa turismo e ha negato un  intervento per Teleiblea  di 500 euro. Speriamo che i tanti soldi spesi dal Comune in questi due mesi siano effettivamente utili per il turismo! Intanto ci sono delle novità per i parcheggi con le tariffe scontate domani, 29 agosto 2013. Parcheggiare costerà solo 50 centesimi l’ora, dunque meno delle strisce blu, sia nel parcheggio “Ponte Vecchio”, a pochi metri dalla Cattedrale, vicino al tribunale e con ingresso da via Generale Dalla Chiesa, sotto i ponti, e sia al parcheggio “Palazzo dell’Aquila” realizzato di fronte al Comune, con ingresso da corso Italia. Entrambi i parcheggi sono multilivello e permettono di raggiungere agevolmente il centro storico per poter così assistere comodamente alla festa e partecipare alla processione. La tariffa di 50 centesimi l’ora che sarà applicata domani in occasione di San Giovanni, viene applicata anche tutte le domeniche, i festivi e nelle ore notturne dalle 20 alle 8 del mattino successivo.  Ieri, 27 Agosto, primo giorno del triduo, giornata emozionante e ricca di significato: il Comitato della festa di San Giovanni Battista di Ragusa insieme al parroco, Mons. Carmelo Tidona, ha accolto in Piazza Poste una delegazione di oltre quaranta persone della Comunità “San Giovanni Battista” di Acitrezza. Si è formato un corteo, accompagnato dal Corpo Bandistico “San Giorgio”. che si è diretto in Cattedrale. In chiesa, dopo un momento di preghiera, i canti e le rispettive invocazioni dei devoti delle due città, i trezzoti hanno donato un cuore d’argento che è stato collocato sulla statua del patrono, a cui è seguita la consegna di alcune targhe ricordo e pergamene da parte del comitato ragusano per i colleghi di Acitrezza. La delegazione ha, poi, partecipato attivamente all’uscita e alla processione del Patrono nel tratto fino alla Parrocchia di San Pietro. Questa opportunità ha permesso di condividere, insieme ai membri delle comunità presenti, momenti di grande emozione e diversi scambi di opinioni.  Una piacevole sorpresa è stata quella della presenza di Claudio Bisio, probabilmente in vacanza nella zona degli iblei, durante l’uscita di San Giovanni Battista dalla Cattedrale, uscita che è stata effettuata a spalla: sotto il baiardo, oltre ai portatori di Ragusa, si sono prestati anche alcuni membri della Comunità di Acitrezza, che hanno vissuto una esperienza mai fatta prima (il simulacro trezzota, infatti, non viene caricato a spalla bensì viene trainato con un cordone, com’è tipico delle feste etnee). C’è da sottolineare la partecipazione di tantissima gente a questa prima fase dei festeggiamenti esterni: sia durante la processione – molto partecipata nel suo percorso mai fatto sin d’ora – sia nella sosta presso la Parrocchia di San Pietro, nonché quando il simulacro del Patrono ha raggiunto la Parrocchia di San Giuseppe Artigiano, dove è stato accolto da una folla gioiosa e festante che ha assistito alla “carica” a spalla del pesante simulacro per entrare in Chiesa.

 

di Direttore28 Ago 2013 20:08