Che fine farà la Cacioteca?

caciotecaIl Sindaco  di Ragusa  ha inviato stamani una nota al Presidente della Regione Siciliana  Rosario Crocetta, all’ Assessore Regionale all’Economia Luca Bianchi e per conoscenza al  Capogruppo del Movimento 5 Stelle all’ARS, On.le Giancarlo Cancelleri ed ai deputati regionali della provincia di Ragusa nella quale  si  rappresenta la vitale importanza dell’erogazione della seconda trance di quanto già stanziato da parte dell’Ente regionale, “necessaria – scrive  il Capo della civica amministrazione – per consentire il proseguimento dell’attività del Corfilac di Ragusa e scongiurare la messa in liquidazione della struttura,  con gravissime ripercussioni occupazionali oltre che la perdita di un Ente di indiscusso valore, vanto non solo della Comunità Iblea ma dell’intesa Isola”.  Il Corfilac, dunque, sta vivendo in questi ultimi tempi delle situazioni difficilissime che sono anche collegate alle vicissitudini negative del suo presidente e fondatore Giuseppe Licitra.  E’ un peccato che solo ora ci sia l’intervento della politica che invece è stata a guardare mentre si consumava il dramma del centro di ricerca. Una cattiva lettura della realtà del Corfilac ha portato a questi risultati. Bisogna chiedere l’elemosina a Palermo per una delle eccellenze ragusane. E poi c’è anche il caso Licitra. Siamo certi che senza l’apporto del professore il Corfilac non riuscirà a ripetere i successi di un tempo. Ad esempio che fine ha fatto la cacioteca? Perchè il Comune non interviene per farla diventare un’attrattiva turistica? Forse con meno di 48.000 euro si poteva fare qualcosa. Comunque ormai la frittata è fatta e chi ha gioito nel passato per le difficoltà di Licitra iniziate ai tempi di Lombardo potrà ritenersi soddisfatto per la perdita di una delle realtà migliori della città .

di Direttore30 Ago 2013 19:08