Dove andrà a finire il Corfilac.

corfilacNon sfugge più a nessuno che le prospettive del Corfilac sono indissolubilmente legate all’entità dei trasferimenti regionali (sempre più ridotti) e all’assetto gestionale dell’ente stesso.

Dunque s’impone una seria riflessione perché sono in gioco le sorti lavorative di 45 dipendenti ed il mantenimento sul nostro territorio di uno dei più importanti centri di ricerca della Regione Sicilia, quello zootecnico e lattiero-caseario.

Dalla sua istituzione, avvenuta nel 1996, l’attività scientifica del Corfilac ha raggiunto livelli di eccellenza grazie alla collaborazione con le università siciliane e persino con alcune americane e alla professionalità e laboriosità di tutto il personale dipendente.

Oggi, tuttavia, si ha la sensazione che tutto possa sbriciolarsi: le recenti dimissioni e il rinvio a giudizio dell’ex presidente Licitra e la drastica riduzione dei fondi regionali destano grande preoccupazione nei settori produttivi e nelle forze sociali.

Tra due mesi si andrà al rinnovo del cda dell’Ente, per il quale la Cgil ha già richiesto al Rettore dell’università di Catania, Pignataro, un incontro urgente che preceda la nomina dei due componenti all’interno del Corfilac.

Bisogna voltare pagina nel segno della discontinuità rispetto alla precedente gestione e sottrarla alle logiche spartitorie della politica.

All’Ente va, insomma, restituito il suo ruolo naturale, cioè quello scientifico, per cui l’Assessorato regionale all’Agricoltura dovrà svolgere un ruolo guida in vista del rinnovo delle cariche che potrebbe avvenire dopo l’approvazione del disegno di legge da parte dell’Ars sugli enti di ricerca su cui è direttamente impegnata la Flc-Cgil Sicilia.

La Cgil è fortemente interessata al rilancio dell’attività dell’Ente e alla tutela dei posti di lavoro.

Nelle prossime settimane proporrà un incontro alla Cisl e alla Uil per individuare un percorso comune volto a sensibilizzare tutti i soci del Consorzio nella direzione della riqualificazione e dell’ottimizzazione dell’ente di ricerca ibleo individuando nuovi strumenti per la gestione, a partire da un reale coinvolgimento del personale dipendente.

 

di Redazione20 Lug 2013 10:07

Privacy Preference Center