Denunciati dalla GdF per truffa ed estorsione.

GUARDIA-DI-FINANZAOltre il danno la beffa. Questo verrebbe da dire a sentire la storia che la Guardia di Finanza di Ragusa ha fatto emergere con le denunce di oggi.  L’attività  di indagine nasce dalla denuncia dei proprietari di un immobile che una coppia, lei cubana, lui pozzallese titolare di una società di consulenza, ha occupato ignorando tutte le richieste di liberarlo da parte del proprietario, intimorendo, addirittura, l’intera famiglia con minacce e ingiurie, sino ad arrivare a chiedere a titolo estorsivo, per andare via, la somma di € 15.000.  Insomma i proprietari non solo non avevano mai percepito le rate dell’affitto ma per rientrare in possesso dell’immobile avrebbero dovuto sborsare quindicimila euro.  E non è finita così . Infatti  per rafforzare  la sua  posizione, inoltre, il pozzallese aveva provveduto a denunciare presso l’Agenzia delle Entrate un falso contratto di affitto, oltre che volturare il contatore dell’energia elettrica intestandolo, tra l’altro, ad un terzo soggetto ignaro.   Le successive indagini hanno evidenziato che la donna, nel tentativo di ottenere il permesso di soggiorno aveva falsamente attestato un rapporto di lavoro subordinato proprio presso la citata società di consulenza del compagno presentando un reddito attestato da un falso CUD.  Non solo, la coppia aveva anche prodotto domanda di disoccupazione presentando documentazione attestante il falso rapporto di lavoro subordinato e inducendo, pertanto, l’INPS di Modica ad erogare indebitamente l’indennità  di disoccupazione.  Al termine dell’operazione si è provveduto a denunciare alla competente A.G. sia la donna  A.F.M., cubana di anni 40, che il compagno C.P., pozzallese di anni 46,  per tutta una serie di reati.

di Direttore22 Mag 2013 13:05