Acqua e Tesoro argomenti del Commissario

con stampa acquaFinita l’emergenza acqua a Ragusa. Lo ha detto il commissario Rizza che in conferenza stampa ha spiegato quanto sia stato difficile gestire una situazione delicata come quella che è capitata a buona parte della città. Sono occorsi quasi 4 messi ed un bel po di soldi ma alla fine grazie a diversi tipi di interventi oggi non c’è più penuria d’acqua. Resta però la questione dei costi affrontati dai cittadini ma di questo se ne dovrà discutere con la nuova amministrazione. Il commissario Rizza ha inoltre inviato un comunicato stampa che chiarisce la situazione economica del comune per quanto riguarda l’accesso al credito.
Interrogativi vengono posti da diversi esponenti politici per capire quale sia stato il motivo per il quale il Comune di Ragusa non è nell’elenco degli enti ammessi ad ottenere i finanziamenti del decreto legge 35/2013.  Si tratterebbe di somme concesse ai comuni dalla Cassa Depositi e Prestiti per conto del Ministero delle Finanze che assicurano la liquidità per pagamenti dei debiti certi, liquidi ed esigibili degli enti locali.
A spiegarlo è il Commissario Straordinario  Margherita Rizza che dichiara:
“Il Comune di Ragusa non si è avvalso dell’anticipazione di liquidità da parte della Cassa Depositi e Prestiti ( da restituire in rate comprensive degli interessi con durata massima di 30 anni)  così come hanno potuto fare altri enti,  potendo assolvere al pagamento dei debiti di cui all’art. 1 con le proprie risorse . Si precisa infatti che il Comune di Ragusa ad oggi non ha mai fatto ricorso all’anticipazione di tesoreria”.

di Direttore24 Mag 2013 19:05