E per casa una barca ormeggiata

porto 4Il Porto Turistico di Marina di Ragusa si conferma ancora una volta crocevia di culture differenti. Stamane a pranzo l’oramai tradizionale saluto alle centinaia di turisti stranieri che da ottobre ad aprile hanno scelto la struttura portuale più a Sud d’Italia per svernare. Provengono da ogni parte del mondo e oggi, come avevano fatto a ottobre, si sono ritrovati tutti insieme per un saluto collettivo prima della fase di avvio delle partenze scaglionate. In questi lunghi mesi dell’inverno le centinaia di turisti stranieri presenti al porto con circa 250 barche, hanno avuto modo di legare con la gente del luogo, di visitare i siti più belli della provincia di Ragusa e della Sicilia, apprezzarne l’arte e la cultura isolana e di assaggiare i prodotti tipici della ricca e prelibata enogastronomia. Oggi a pranzo incrocio di culture ma anche di sapori con la possibilità di assaggiare la ricotta calda, le famose focacce ragusane ma anche i piatti “internazionali” portati direttamente dai turisti per condividerli. Un incontro dunque anche a tavola, non solo lungo i pontili per una comunità di turisti che si è saputa ben integrare. E portando il saluto della società di gestione del porto turistico di Marina di Ragusa, il direttore Salvo Calà ha ringraziato i suoi ospiti per la preferenza accordata e in moltissimi casi riconfermata rispetto all’anno scorso, e ha annunciato alcune novità che riguarderanno la struttura portuale già a partire dai prossimi mesi quando sarà realizzata una “meeting room” attrezzata per attività anche ricreative e di intrattenimento, con impianti audio e video a disposizione dei diportisti e con l’implementazione di altri servizi e attività. E’ stata annunciata la prossima piena operatività dell’aeroporto di Comiso che si trova a circa 20 minuti di strada dal porto turistico di Marina di Ragusa. E proprio ai turisti stranieri la società aeroportuale ha somministrato dei questionari per conoscere più nel dettaglio eventuali preferenze di rotte visto che questi diportisti arrivano da tutte le parti del mondo, dall’America come dal resto d’Europa, ed  ancora dall’Australia e perfino dalla Nuova Zelanda. Molti di questi diportisti esperti hanno poi a loro volta ringraziato e salutato lo staff del porto, dichiarando di essere rimasti particolarmente soddisfatti per la cortesia e la disponibilità del personale e per la bellezza e la funzionalità del porto. Innamorati della terra iblea e della sua gente, hanno in molti casi già rinnovato il contratto di affitto del posto barca per il prossimo anno. C’è chi viene già da tre anni e ha già confermato la presenza per altri tre anni. E’ il caso della coppia Dan e Judi Curry che arriva dalla Nuova Zelanda: “Ci siamo trovati benissimo. Il porto è bello e sicuro, la gente è affascinante, la provincia è bella, non potevamo chiedere di più. Come gli altri ospiti stranieri adesso torneremo a solcare i mari del mondo durante la stagione estiva ma da settembre torneremo ancora una volta a Marina di Ragusa. E’ ormai nel nostro cuore”.

di Redazione19 Apr 2013 23:04