Tenta il suicidio: salvato da un carabiniere

disagio-300x225Quarantottenne, ragusano, disoccupato, soffre da tempo di depressione a causa della solitudine e di problemi economici che lo assillano e non lo fanno dormire. Nella mattinata di ieri, tenta il suicidio, per fortuna non riuscito grazie all’immediato intervento dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Ragusa che lo afferrano per un braccio e lo bloccano prima che lo stesso si lanciasse nel vuoto dal Ponte Vecchio. La sera tenta nuovamente di farla finita. Prima però di mettere in atto il gesto estremo, in un momento di lucidità, decide di chiamare il 112 per comunicare le sue intenzioni!! Sarà proprio questa telefonata a salvargli la vita per la seconda volta!! Dall’altro capo del telefono infatti, l’aspirante suicida ascolta una voce amica che trasmette serenità. E’ l’operatore del centralino dei Carabinieri, che compresa immediatamente la situazione e temendo il peggio, cerca di temporeggiare, lo incoraggia, lo tranquillizza e riesce anche a farsi dire il suo nome e dove si trovasse in quel momento. La telefonata dura parecchi minuti, interminabili!! Ad un certo punto della conversazione, il Carabiniere chiede all’uomo di vedersi di presenza, di incontrarsi per parlare, ascoltare dal vivo i suoi problemi e cercare di trovare assieme una soluzione. L’uomo si convince ed accetta di vedersi e prendere un caffè insieme. Il peggio sembra essere passato. L’operatore della Centrale si toglie la divisa d’ordinanza che poco prima aveva indossato, come fa tutti i giorni prima di intraprendere il servizio. Si veste degli abiti civili ed esce dalla caserma. Si dirige a piedi verso il posto convenuto con l’uomo. Lo vede e lo saluta. L’uomo riconosce subito la sua voce e si avvicina. Parlano come se fossero vecchi amici. Decidono di fare una passeggiata. Il Carabiniere lo ascolta con molta attenzione. Raggiungono insieme il Pronto Soccorso dove i sanitari si prenderanno cura di lui. Si salutano e l’uomo lo ringrazia calorosamente! IL CARABINIERE….UN EROE? No, è dotato di una spiccata iniziativa, prontezza nel decidere e senso di responsabilità, qualità fondamentali di ogni militare appartenente ad una Istituzione, l’Arma, che da duecento anni è al servizio delle cittadini.

di Redazione23 Mar 2013 13:03

Privacy Preference Center