Lettera ai compagni ragusani !

peppone_camillo“Prendendo atto dalle disposizioni dettate da una lettera inviata da Palermo a firma di Enzo Napoli responsabile dell’esecutivo regionale  del Pd, d’accordo con il livello nazionale  e con il segretario provinciale Salvo Zago,  Peppe Calabrese  in qualità di segretario cittadino di Ragusa, ha comunicato  che, nel rispetto dei livelli superiori del partito, sono da ritenersi sospese le scadenze che democraticamente il coordinamento locale del circolo del capoluogo aveva fissato per le primarie aperte di coalizione, senza abdicare al ruolo che i territori possiedono nella individuazione di percorsi politici locali”.   La lettera a cui fa riferimento il segretario Calabrese mi fa ricordare  Don  Camillo, il mitico personaggio dei romanzi di  Guareschi,  dopo aver scovato da qualche parte la carta intestata delle federazione del PC, scriveva a Peppone dandogli delle fregature pazzesche. Come quella volta che attraverso una comunicazione farlocca, ma con tanto di falce e martello nel logo, invitava il sindaco comunista a   trasferirsi a Mosca. Poi Don Camillo fu richiamato dall’alto e annullò  lo scherzo. Ora non vogliamo dire che questo è  uno scherzo ma sembra che sotto sotto c’è qualcosa di losco. Intanto ecco la missiva incriminata

Carissimi,

 considerata la delicata fase post-elettorale e viste le diverse iniziative già avviate in preparazione delle elezioni amministrative per il rinnovo del Consiglio Comunale e l’elezione del Sindaco della città di Ragusa, d’accordo con la Segreteria Nazionale del Partito, vi invitiamo caldamente a soprassedere ad ogni attività in tal senso, in attesa che la Direzione Regionale definisca compiutamente il percorso che porterà il partito ad affrontare il prossimo turno elettorale.  L’indizione delle primarie o la costituzione di nuovi circoli (che, peraltro non ci risulta deliberata secondo quanto previsto dallo Statuto), costituirebbero, infatti, passaggi politici che potrebbero non coincidere, pur nel rispetto del principio di sussidiarietà, con quanto i livelli regionale e nazionale (considerato che si tratta di un comune capoluogo), riterranno utile e, soprattutto, potrebbero alimentare divisioni e contrapposizioni che, in questa fase, non possiamo assolutamente permetterci. Ovviamente, vi invitiamo, analogamente a quanto sopra richiestovi per la città di Ragusa, ad adottare lo stesso principio per altri comuni della provincia, in cui dovessero essersi già determinate situazioni simili.

 Dunque il tono della lettera non ammette repliche: Stop alle primarie vista la situazione difficile. Ma siccome Calabrese si potrebbe arrabbiare ecco fornito il contentino. Stop anche ai secondi circoli che non sono regolamentari. Un colpo al cerchio e uno alla botte. Ma le primarie sono una cosa seria e a bloccarle si rischia di fare guai. “Lunedì a Palermo – dichiara il segretario  Calabrese – si terrà una direzione regionale in cui si parlerà anche del caso Ragusa e delle possibili alleanze che si potrebbero prospettare per arrivare al governo della città. Subito dopo mi impegno a convocare nuovamente il coordinamento per decidere percorsi, candidature e coalizioni. Auspico, da segretario, che anche altri dirigenti ripensino e rinuncino a scelte votate alla divisione che potrebbero solo far male al Pd. Dalla lettera ricevuta, si evidenzia come tale pericolo sia stato percepito ed evidenziato perfino dal partito regionale e nazionale.  Calabrese la interpreta nel modo giusto: a Palermo ci dicano cosa vogliono fare e  mi impegno a riportare il tutto a Ragusa. Ma a nostro avviso le cose potrebbero stare diversamente. La politica che viaggia in alto può aver fatto le sue scelte e ai ragusani non resta che abbozzare. Calabrese avrà la sua piccola soddisfazione ma i giochi li stanno facendo altrove.  Questa è solo una ipotesi ma l’appello accorato di Calabrese   affinché si lavori per unire le nostre forze  sembra quasi una dichiarazione di guerra. Il PD ibleo non accetterà nessuna imposizione che non abbia un significato e una forte motivazione. Intanto stop alle primarie e alle velleità dell’altro PD ragusano.

di Direttore05 Mar 2013 17:03

Privacy Preference Center