Calcio: al Selvaggio (14,30) il Ragusa dei tanti ex col Palazzolo

ragContro un Ragusa risalito oltre la zona play out, che non subisce gol da due turni e con un timido inizio di serie positiva, arriva al Selvaggio (14,30, arbitro Maggioni di Lecco)  il Palazzolo, rivale diretto nella lotta per evitare i play out e fresco di vittoria sulla vice capolista Nuovo Cosenza.  Per entrambe la sfida riveste un grosso significato per la classifica, decisamente ampliato dall’essere l’attuale Ragusa emanazione  diretta del Palazzolo della scorsa stagione, capace di conquistare i play off. Tra le due  panchine, il ds Franco Cassarà ed i giocatori sono, infatti, almeno una dozzina abbondante gli ex (in netta prevalenza schierati tra gli azzurri) che potrebbero scendere in campo, tra i quali anche Alderuccio, centrale difensivo nel Ragusa per la prima parte del campionato, poi ritornato a Palazzolo in coseguenza di un infortunio seguito da un’operazione. Ne deriva che gli interessi di classifica costituiscono soltanto una parte, sebbene di sicuro preponderante, dei motivi di interesse. Visto che gli interessi in questione sono così numerosi, sarebbe molto bello che anche il contorno di pubblico, almeno di “fede” ragusana fosse all’altezza:  ma dopo “i numeri” registrati nelle ultime gare al Selvaggio, per sperarlo sarebbe necessario disporre di un ottimismo capace di superare perfino le evidenze contrarie. Mister  Anastasi, che  potrà contare sull’intera rosa come gli accade ormai da qualche domenica, crediamo che nel complesso non si discosterà molto dalle sue scelte abituali; pertanto potrebbe proporre il Ragusa con Ferla, Piluso, Fontana, Scoppetta, Gona, Buscema, Foderaro, Bonarrigo, D. Arena (Alma), Panatteri, Crucitti, completando la lista dei diciotto col dodicesimo Falco, Alma (D. Arena), F. Arena, Nassi, Iozzia, Impallari e Spampinato (Dalì).

di Gianni Papa16 Mar 2013 14:03