Non se ne può fare a meno!

cartinaelettrodotto

L’elettrodotto Sicilia /Malta si farà e passerà proprio a fianco delle case di tanti esponenti politici ragusani che abitano a Marina. Questo sembra il risultato di tutta una serie di valutazioni che si possono fare alla luce di quanto sta avvenendo intorno alla vicenda. Il commissario  del Comune di Ragusa, Margherita Rizza, ha infatti ha chiesto al presidente del consiglio comunale Di Noia di  convocare una seduta straordinaria del consiglio  per discutere della faccenda in vista della convocazione che lo stesso commissario ha avuto a Roma per martedi prossimo. Nella riunione del  massimo consesso cittadino verranno affrontate le varie possibilità che si prospettano ma sembra abbastanza chiaro che il governo nazionale non è affatto intenzionato a desistere. Le pressioni di Malta  sono fortissime visto che l’isola ha fame di energia e deve soddisfare la crescente richiesta che viene dalle aziende turistiche e non solo. C’è anche il fatto che la infrastruttura vale 200 milioni di euro e quindi fa gola a molti imprenditori. Dunque occorre mettersi l’anima in pace. La signora Rizza potrebbe    a questo punto chiedere ai consiglieri comunali di vare una valutazione dei pro e dei contro. Cioè visto che l’opera è troppo sponsorizzata e alla fine si farà lo stesso almeno chiediamo una compensazione adeguata. Non sembra dunque che ci sia spazio per altre opzioni. Neanche l’ipotesi di spostare il tragitto del cavo è ipotizzabile perchè questo richiederebbe troppo tempo e tutti hanno una fretta incredibile. Crocetta investito della questione non ha voluto mettere bocca forse per poter firmare lui la convenzione finale e prendersi gli applausi di coloro che utilizzeranno, a fin di bene, i 200 milioni. Almeno facciamo lavorare i ragusani!

di Redazione17 Gen 2013 22:01