I dieci anni Unesco.

unesco Da oggi, 25 gennaio, le celebrazioni per i dieci anni dell’iscrizione di Noto e delle altre città tardo barocche del Val di Noto nella Lista del Patrimonio dell’Umanità.  La città di Noto dedica una due giorni di incontri e dibattiti ad uno dei temi culturali più importanti dell’ultimo decennio. Presso i locali della Sala Gagliardi di palazzo Trigona i protagonisti del riconoscimento Unesco, che si celebrò proprio a Noto il 25 gennaio 2003, incontreranno il Presidente dell’Associazione Beni Culturali Patrimonio Mondiale Unesco, Claudio Ricci, la prof. Tatiana Kirova, curatrice, tra gli altri, del piano di gestione del sito, la presidente regionale del FAI, Giulia Miloro. Insieme agli 8 sindaci del Val di Noto, e i sindaci emeriti della Città di Noto, i vertici dei due distretti turistici che interessano il sito e rappresentanti del governo regionale.  Alle 18.30 verrà conferita la cittadinanza onoraria al dott. Ray Bondin, già commissario Unesco per il Val di Noto.  L’evento, che vede anche la presentazione di un grande progetto espositivo su Rosario Gagliardi, co-finanziato dalla Regione Siciliana Assessorato ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana, è stato fortemente voluto dal vicesindaco e assessore alle politiche culturali di Noto, Costanza Messina e dal sindaco Corrado Bonfanti.  “Non potevamo non onorare questo momento, sostiene il vicesindaco, e rilanciarlo ben oltre il dato celebrativo. Siamo infatti certi che il sito Unesco rappresenti una grande opportunità non ancora colta né compresa appieno e il nostro obiettivo è quello di dare una seria spinta all’applicazione del piano di gestione e alla condivisione di azioni per lo sviluppo con tutti i soggetti coinvolti nel sito.  D’altro canto proprio le parole dell’Assessore Zichichi sui siti Unesco ci fa ben sperare: qui c’è tutto – consapevolezza culturale, occupazione, ricchezza, qualità della vita – ed è ora che il territorio si unisca per farlo emergere.  Sono convinta che questi contenuti possano essere una risposta importante contro la crisi economica e sociale che stiamo vivendo e che, uniti e orientati su politiche di sviluppo che mettano al centro il territorio, supereremo”.

 

Domani, 25 gennaio, alle ore 11.00 presso la Sala Gagliardi di Palazzo Trigona, prima dell’avvio dei lavori, si terrà l’incontro con la stampa.

di Direttore25 Gen 2013 10:01