Ance: siglato il nuovo contratto collettivo

GrassiaUn traguardo storico è stato raggiunto, ieri mattina, presso la sede dell’Ance di Ragusa, con la stipula del nuovo contratto collettivo di lavoro per le imprese e gli addetti edili della provincia. L’accordo ha visto da una parte l’Ance e dall’altra le organizzazioni sindacali dei lavoratori delle costruzioni della provincia di Ragusa.

Il Presidente dell’Ance Ragusa, Giuseppe Grassia, in apertura dei lavori ha voluto sottolineare come, con la firma del rinnovo contrattuale, il settore delle costruzioni stia scommettendo su se stesso e stia guardando al futuro: “Dopo mesi di serrate trattative siamo arrivati, oggi, alla firma del Contratto. Questo non è un Contratto qualunque, avviene in un momento di incancrenita crisi e di stallo per cui abbiamo dovuto mediare fra le giuste aspettative dei lavoratori e le, altrettanto condivisibili, attese delle Imprese”. Un contratto innovativo che da un lato premia il comparto complessivamente preso, dall’altro dà valore agli sforzi delle imprese che, pur nelle difficoltà, mantengono livelli altissimi di regolarità, legalità e sicurezza. Importante novità è rappresentata dall’introduzione di un “bonus premiale” che verrà riconosciuto solo alle imprese regolari che adottano i principi del Protocollo sulla legalità siglato con il Ministero dell’Interno. L’accordo include l’istituzione dell’elemento variabile della retribuzione, che tiene conto dell’andamento congiunturale del settore ed è correlato ai risultati conseguiti in termini di produttività, qualità e competitività nel territorio. Altri punti salienti sono il rafforzamento della bilateralità, l’adeguamento degli importi giornalieri per il “trasporto” e la “mensa” (i cui valori erano fermi dal 2007 e che vengono rivalutati, mediamente, del 20%), la diminuzione del contributo associativo. Si prevedono, inoltre, la flessibilità nel godimento delle ferie, l’armonizzazione e semplificazione delle prestazioni extracontrattuali per gli operai.

di Redazione18 Ott 2012 09:10