Hybla music contest

>

Un successo speciale. Una manifestazione ricca di stimoli. Che, ancora una volta, ha colto nel segno. Stiamo parlando della settima edizione dell’Hybla music contest che, promossa dall’associazione Mondo di luci, presieduta da Maria Distefano, si è tenuta sabato e domenica scorsi al teatro Marcello Perracchio. Il concorso internazionale di canto ha visto la partecipazione di 37 concorrenti, tra cui anche alcuni provenienti da Estonia, Romania e Albania. Particolarmente qualificata la giuria, presieduta dal direttore d’orchestra e vocal coach Marco Vito. Gli altri componenti della giuria sono stati: il presidente provinciale Csen Ragusa, Sergio Cassisi; il giornalista, scrittore e autore, Gianni Papa; la direttrice e insegnante della scuola di canto Knopochki a Tallin, Marina Martinson; il musicista Gianvito Messina; la musicista Francesca Vaccaro; il compositore, musicista e direttore di coro Francesco Giaquinta; la presidente del festival Golden Bear Baia Mare e Golden Dolphin in Romania, Doina Elena Bentu; l’insegnante di musica e direttrice di coro Donatella Bucchieri; il soprano e docente di canto lirico al conservatorio di Tirana Zina Zdrava. I 37 concorrenti delle differenti categorie d’età si sono esibiti con due brani diversi per dare modo ai giurati di valutare meglio la loro tecnica. Ad essersi aggiudicata il Gran Prix Senior è stata Giorgia Tornatore mentre a vincere il Gran Prix Junior la romena Carolina Racovizan. Il premio della critica è stato vinto da Manuel Pulvirenti. Questi i premiati nelle varie categorie: dai 16 anni in su, prima Elena Foris dalla Romania, secondo Orazio Giovanni Vecchio, terza Denise Nicolini. Categoria 13-15 anni: prima Medea Pavelia dalla Romania, secondo Mattia Zacame, terzo Filippo Cavolina. Categoria 10-12 anni: prima Marta La Rosa, secondo Gabriele Scarfì, terza Giulia Comanzo. Infine, nella categoria 7-9 anni: prima Luana Lapusan, seconda Raisa Muresan, entrambe romene, terza Marta Comanzo ex aequo con Anna Murashova. Sono stati poi consegnati dei premi speciali: all’estone Ksenia Borzenko per la canzone in lingua madre; a Benedetta Occhipinti “new voice”; a Marco Tumino come cantante emergente; ad Aida Petrina come personalità rock; e al gruppo romeno Diamonds un altro premio speciale. Per quanto riguarda la lirica, primo posto per l’albanese-canadese Isabel Eve Poro, secondo Giovanni Scarfì. Altri premi speciali sono andati a Greta Andolina (folk), Gabriella Ferlito (rivelazione), Giuseppe Lucifora (timbro), Federica Giangravè (musical) e Sophie Miriam Vecchio (presenza scenica). “Ringrazio il Comune di Ragusa, in particolare l’assessore Clorinda Arezzo, gli sponsor e tutti coloro che ci hanno sostenuto – ha detto Maria Distefano – favoriamo l’incontro delle culture e, soprattutto, cerchiamo di promuovere al meglio il nostro territorio attraverso la musica e il canto. Ora qualche giorno di pausa e poi ci metteremo a lavorare per l’ottava edizione del nostro festival con l’auspicio che possa diventare sempre più grande e importante”.

di Direttore25 Ott 2022 09:10