Una squadra di giardinieri.

>
Sarà certamente capitato anche a voi, andando a Modica per la vecchia 115 che offre uno straordinario panorama di Ibla, di vedere delle auto ferme con i turisti che fanno foto su foto. La cosa, da ragusano, mi inorgoglisce poi guardando il contesto ci si accorge che c’è anche il rischio di fare una cattiva figura. Probabilmente quel tratto di strada non è di pertinenza comunale ma se io fossi l’assessore al ramo, di concerto con il sindaco, (ormai è d’uopo inserire tale concetto) manderei un paio di volte l’anno una squadra di giardinieri per pulire il bordo della strada soprattutto in quel paio di chilometri, salendo da Modica, prima di Ibla. Lo dico perchè sarebbe un segnale di quel famoso decoro a cui ho fatto riferimento più volte ma anche perchè si rende tutto più bello. Ora non vi dico di pensare a creare un piccolo spazio segnalato come punto panoramico perchè sarebbe molto oltre al nostro concetto di turismo ma offrire il “disboscamento” in certe strade fa anche parte del compito di una amministrazione. Lo stesso problema si pone in via Risorgimento, dopo le case popolari, verso Ibla. Si tratta di un percorso pedonale alternativo più breve da poter individuare e segnare mettendoci anche dentro la scorciatoia che porta a San Bartolomeo e le scalette che scendono fino a largo san Paolo. Via Risorgimento rientra nella cerchia urbana e le squadre del comune dovrebbero poter operare. Ma tornando al punto panoramico per vedere la vecchia città. Se ci fosse, realizzato in modo da non creare pericoli per la circolazione sarebbe un altra tessera il quel intrigante puzzle che è Ibla vista da dentro e da fuori. Chissà quante città vorrebbero poter creare un punto panoramico del genere. Da noi neanche quello ormai famosissimo della fine di corso Italia all’inizio della scalinata di santa Maria è ben evidenziato e reso più fruibile…
di Direttore25 Ott 2022 15:10