Controlli sul territorio

>

Probabilmente a causa della presenze multietniche ma anche perchè si trova al centro di un’area fortemente interessata al lavoro nelle serre ed al caporalato a Santa Croce ultimamente si sono verificati numerosi episodi di piccola criminalità e non solo. Così nel corso di un comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza sono state prese  misure straordinarie che riguardano sia il territorio di di Santa Croce me anche l’intero circondario, Servizi straordinari interforze di controllo del territorio sono stati svolti tra venerdì 21 ottobre e sabato 22 nel territorio del comune di Santa Croce Camerina, anche a seguito di alcuni eventi delittuosi verificatisi di recente, che hanno richiesto una presenza massiccia delle Forze di Polizia sul territorio, per reprimere ogni forma
di illegalità che minaccia la pacifica convivenza dei cittadini e innalzare i livelli di ordine e sicurezza pubblica.
La problematica, ampiamente discussa in sede di Comitato Provinciale per  l’Ordine e la Sicurezza Pubblica tenutosi lo scorso 13 ottobre in Prefettura, presieduto dal Prefetto di Ragusa dott. Giuseppe Ranieri, alla presenza del Questore di Ragusa
D.ssa Giusy Agnello, dei Comandanti Provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza e del sindaco del Comune di Santa Croce Camerina, ha richiesto la pianificazione di mirati servizi, in modalità interforze, di controllo straordinario del
territorio nel predetto comune, onde riportare ai livelli adeguati la percezione di sicurezza tra i cittadini e ribadire la vicinanza delle istituzioni al bisogno di tutela dei cittadini.
I servizi interforze sono stati organizzati con un apposito Tavolo Tecnico svoltosi in Questura, con i referenti delle Forze di Polizia interessate, cui sono seguite le Ordinanze del Questore di Ragusa.
La direzione ed il coordinamento delle operazioni sono state affidate al
Dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Comiso, che ha pianificato la
predisposizione dei posti di controllo nelle zone più sensibili ed a rischio dentro il
perimetro comunale di Santa Croce Camerina. Il dispositivo messo a punto ha consentito di svolgere un sistema di controllo integrato ad ampio raggio con l’impiego di diverse pattuglie della Polizia di Stato, tra
cui anche quelle della Specialità della Polizia Stradale di Ragusa, dell’Arma dei
Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale di Santa Croce Camerina,
con la collaborazione di unità cinofile antidroga della Polizia di Stato messe a
disposizione dal Servizio Reparti Speciali del Dipartimento della Pubblica Sicurezza
per l’attività specifica di prevenzione e repressione dei reati in materia di
stupefacenti, nonché di unità cinofile messe a disposizione dalla Guardia di Finanza.
In relazione alle attività di specifica competenza, il Gabinetto Regionale della
Polizia Scientifica di Catania ha messo a disposizione della Questura Specialisti a
bordo di camper attrezzato con moderne strumentazioni per effettuare il
foto segnalamento immediato di soggetti la cui identità non è certa e degli
extracomunitari sprovvisti di valido titolo di soggiorno nel territorio nazionale,
nonché di eventuali soggetti responsabili di reati.
La complessa attività di controllo ha permesso alle pattuglie interforze
impegnate di controllare più di 300 persone, 183 veicoli, elevare 41 contravvenzioni
al codice della strada, sequestrare 2 veicoli e sottoporre altri 2 a fermo
amministrativo, nonché di ritirare 4 documenti per veicoli privi di copertura
assicurativa per la responsabilità civile.

di Redazione27 Ott 2022 10:10