A Campobasso la Passalacqua regala una gara che sembrava già vinta

>

A Campobasso, centocinquanta secondi “pazzi” sono costati alle biancoverdi due punti che sembravano ormai strasicuri. Nella quarta di andata della A1, le ragazze di casa hanno portato a buon fine la “rimonta della vita”, infilando 14 punti 14 contro appena 2. Hanno vinto di misura, vanificando la palla della disperazione , a due secondi dalla sirena, che avrebbe assicurato alle aquile l’overtime: time out chiesto da coach Diamanti, rimessa in zona di attacco, passaggio ad Anigwe e la palla sul ferro tra l’entusiasmo (un po’ incredulo) di pubblico e giocatrici di casa. Il secondo k.o. di fila con scarto minimo, con poche giustificazioni per l’intero gruppo biancoverde, appare ancora meno spiegabile dopo una prima parte di ultimo quarto che da un lato aveva visto la Passalacqua prendere il largo e dall’altro le molisane prossime ad alzare bandiera bianca, con l’onore delle armi (quasi) al termine di una  vera battaglia senza respiro. Perché è andata così?  Per una serie di concause, un pizzico di sfortuna (e fortuna dall’altra parte), forse per la convinzione che “comunque” sarebbe andata bene, certamente per la lucidità volata via negli istanti in cui sarebbe stata la dote più importante.  Il commento filale di coach Diamanti – ovviamente “non entusiasta”, parla di “una partita già vinta, ma negli ultimi due minuti abbiamo perso 3-4 palloni sanguinosi che invece avremmo dovuto gestire, con loro in bonus e tre play in campo. C’è poco da spiegare, non rimane che un grande mea culpa. Con Venezia si è perso in una finale punto a punto, che poteva finire con un successo o la sconfitta. Stasera, anche se il succo (sconfitta) non cambia, le modalità sono state diversissime, e certamente non in meglio. Non va bene, è una vera mazzata. Tra le tante cose da analizzare va messo il numero di palle perse, alcune particolarmente “pesanti”, in situazioni ingenue che non possiamo regalare”. Urge rifarsi subito, ma domenica arriva Schio: serviranno aquile in grado di volare altissimo.

La Molisana Magnolia Campobasso – Passalacqua Ragusa 75-72 — PARZIALI 20/21 – 11/15 – 18/15 – 25/21

CAMPOBASSO: Del Sole ne, Narviciute, Togliani 2, Kacerik 6, Trimboli 11, Giacchetti ne, Quinonez Mina 2, Milapie 12, Perry 17, Battisodo 2, Nicolodi 3, Parzs 19 . Allenatore Sabatelli.

RAGUSA: Romeo 13, Consolini 6, Di Fine ne, Olodo ne, Dotto 9, Hampton 7, Vitola 15, Attura 5 Ostarello 8, Anigwe 9. Allenatore Diamanti. 

ARBITRI: Maschietto, Tarascio, Corrias.  NOTE: Uscite per 5 falli, Romeo, Hampton e Milapie

di Lina Giarratana16 Ott 2022 21:10