Ci diamo la zappa sui piedi.

>

Noi della redazione vogliamo dare voce ad una protesta forte e circostanziata che arriva dall’ex sindaco di Ragusa Tonino Solarino. La stessa protesta era già stata avanzata dai vertici di Coldiretti che confermano la loro preoccupazione di fronte all’esagerato consumo del suolo “agricolo” consegnato ad imprenditori che mirano soprattutto a prendere i contributi ma poi si disinteressano dei loro impianti. Ci sono centinaia di pale eoliche che non funzionano e resteranno per sempre a deturpare il paesaggio. Altro che parco degli Iblei. Ecco cosa scrive Tonino Solarino: Nel decreto Ucraina è stato infilato l’emendamento per realizzare impianti fotovoltaici a terra a destra e a sinistra delle autostrade fino a 300 metri.( 300 più 300).
Da Catania, passando per Siracusa, Noto, Modica fino a Ragusa avremo un serpentone di specchi enorme di migliaia di ettari che consuma territorio, sottrae campagna fertile alla produzione, deturpa un paesaggio di grande pregio, farà estirpare migliaia di alberi, mortificherà la vocazione turistica, lascerà tra qualche decennio migliaia di tonnellate di materiali da smaltire.
La logica è sempre la stessa: favorire grandi gruppi di interesse in cambio di un piatto di lenticchie alle comunità locali e con tanti danni collaterali. Il problema dall’energia è una grande sfida per il futuro, ma bisogna trovare alternative dove il rapporto costi benefici non sia a perdere. Il fotovoltaico  è una grande risorsa e si dovrebbe fare per forza sui  tetti di ogni casa, sui tetti di ogni capannone, nelle zone industriali, nelle ex basi militari, nei territori incolti e abbandonati.
C’è infatti la possibilità di favorire la produzione in proprio dell’energia da parte delle famiglie e delle imprese in una ottica di democrazia energetica. Qui siamo di fronte ad affari confezionati per gruppi di interesse organizzati e legati a lobby politiche. Ci vorrebbe una mobilitazione contro questo scempio che si profila.
Tonino Solarino, ex sindaco di Ragusa.

di Direttore05 Lug 2022 10:07