Calcio: agli Uffici Giudiziari Iblei il “Trofeo Legalità Iblea 2022”

>

Conferma per la squadra degli Uffici Giudiziari Iblei, già detentrice del trofeo, nel triangolare di calcio all’ex Enal che ha assegnato il  “Trofeo Legalità Iblea 2022”. Il secondo successo di fila della formazione allenata da mister Cingolani è stato segnato dal netto 6-0 sulla formazione del Comune di Ragusa e successivamente dal 2-0 nell’avvincente e combattuta sfida decisiva contro l’undici della Guardia di Finanza,  Il primo incontro del triangolare ha opposto la squadra delle Fiamme Gialle, guidata dal col. Giorgio Salerno e coordinata da mister Capocasale, alla squadra del Comune di Ragusa. Agile, concentrata, molto veloce e aggressiva la formazione dei giovani finanzieri ha preso subito in mano le redini dell’incontro, chiudendo con un meritato 3-0, in sintonia con il valori espressi dal campo. Nella seconda gara, che metteva di fronte ancora il Comune di Ragusa e gli Uffici Giudiziari Iblei, i “comunali” hanno pagato la stanchezza e la panchina corta che ha ridotto al minimo i cambi, cedendo nettamente ai rivali, superiori per condizione atletica e capacità tecnico-tattiche. Mister Cingolani ha ruotato al meglio la rosa di giocatori a sua disposizione, guidati dall’intramontabile capitan Pulvirenti. A segno Di Cataldo (mag ), Mallia 2 reti (avv) , Guerrera (funz), Cingolani (mag) e Fontanella (funz). Nel rispetto delle previsioni, l’assegnazione dell’ambito Trofeo è stata decisa dalla gara tra la Guardia di Finanza e gli Uffici Giudiziari Iblei: due undici che hanno onorato l’impegno regalando al pubblico un incontro emozionante e combattuto fino alle battute conclusive. La Guardia di Finanza avrebbe voluto omaggiare il col. Giorgio Salerno, condottiero e anima della squadra, prossimo al trasferimento in altra sede, con il “saluto sportivo” del successo nel “Trofeo della Legalità Iblea 2022”; i rivali erano vogliosi di prendersi la rivincita dei precedenti incontri persi, pur giocando meglio, per aver sprecato le tante occasioni da rete create. Promesse di spettacolo mantenute fin dall’inizio: gioco ordinato, manovre corali e grande incisività in avanti per gli Uffici Giudiziari, difesa attenta e ordinata dei finanzieri, con note di merito particolari per il portiere, spesso decisivo sui bomber Mallia e Armenia. Nonostante la continua pressione dei “giudiziari”, la porta dei finanzieri è rimasta a lungo inviolata: decisiva la sagacia tattica di mister Cingolani (mag), che ha sfruttato al meglio la propulsione sulle fasce di Vadalà, Giampiccolo, Trigilia  Guerrera e la “sostanza” di centrocampisti come Pulvirenti, Di Cataldo e Giaquinta, inserendo al momento giusto sostituti che hanno garantito uguale qualità di rendimento. Con tali premesse, la rete di Mallia (avv), implacabile finalizzatore di una splendida azione corale, è arrivata come logico sbocco di una pressione via via più accentuata.  Il tentativo di rimonta dei finanzieri, che hanno tenuto il campo alla pari confermandosi squadra di grande spessore e battendosi fino in fondo, è stato frustrato nei minuti finali dal raddoppio di Armenia, che ha chiuso il conto facendo tramontare ogni speranza di pareggio.

di Redazione25 Lug 2022 19:07