Martedì approda in Consiglio comunale a Ragusa il parcheggio interrato di Ibla

>

È stata aggiunta all’ordine del giorno della prossima seduta ordinaria del Consiglio comunale di Ragusa, che si terrà martedì 16 novembre alle ore 17.30, la discussione per la variante e la reiterazione del vincolo di “Area destinata a parcheggio interrato” previsto nel Piano Particolareggiato Esecutivo del Centro Storico di Ragusa, vale a dire il parcheggio che dovrebbe sorgere in via Peschiera.
L’ufficio Centro Storico e Urbanistica del Comune di Ragusa, in considerazione del fatto che il vincolo preordinato all’esproprio nell’area oggetto di intervento è decaduto e considerato che sono trascorsi i cinque anni dall’apposizione del predetto vincolo e che non è stata ancora dichiarata la pubblica utilità, in quanto il progetto di fattibilità tecnico- economico presentato dalla R.T.I. manca ancora di alcuni pareri preventivi, chiede al Consiglio comunale di esprimersi sulla reiterazione del vincolo. Inoltre, a seguito dell’approvazione di questa variante sarà sottoposta all’approvazione del Consiglio Comunale la proposta progettuale definitiva di Project Financing già presentata al Comune dalla R.T.I. Costituendo R.T.I. C.G. Costruzioni Srl e Caec. Soc. Coop. nell’ottobre del 2016.
Il progetto prevede: la realizzazione di 393 posti auto, di cui 11 per portatori di handicap, e di 25 posti per moto. L’autorimessa sarebbe costituita sui quattro livelli interrati, collegati verticalmente da una rampa elicoidale per le autovetture, con larghezza della carreggiata di m. 5 e pendenza al 20% e una rampa ad asse lineare e con pendenza del 19%. L’autorimessa avrebbe due accessi di cui il primo a piano con la via Peschiera, l’altro ingresso dall’area del parcheggio scoperto. I collegamenti pedonali dovrebbero essere costituiti da due corpi scala con gradini che avranno una larghezza di m. 1,40; in uno dei due corpi scala sono previsti 2 ascensori di cui uno fruibile anche per i portatori di handicap. La scala A e i due ascensori, ad essa adiacenti, e la scala B concludono il loro percorso verticale al piano copertura del parcheggio, un sistema di rampe pedonali: 5 segmenti della lunghezza ciascuno di 10 m. e con pendenza dell’8%, per consentire la praticabilità ai portatori di handicap, con comodi pianerottoli che li intervallano, consentirà il collegamento al piano del parcheggio scoperto esistente.
Qui è possibile leggere la relazione tecnica completa.

di Leandro Papa12 Nov 2021 16:11