All’arrembaggio!!!

>

Ha fatto molto scalpore la notizia di stamattina che parla dell’intervento dei volontari della protezione civile del comune di Ragusa intervenuti per bloccare un pericoloso fuoribordo senza controllo che girava a forte velocità nei pressi di Donnalucata. Nonostante le migliaia di visualizzazioni ottenute dal video postato dal Sindaco Cassì ci sembra giusto, però, citare nomi dei protagonisti confermando loro la stima ed il ringraziamento dei ragusani. Quella barca avrebbe anche potuto creare grossi guai. Si tratta del coordinatore responsabile della squadra Giuseppe Diara, autore dell’ abbordaggio al natante mentre al timone c’era Riccardo Gulino e Marco Buonisi documentava le operazioni. Ma vediamo come si sono svolti i fatti. Questa mattina intorno alle 12, di fronte al porticciolo di Donnalucata, qualcuno è andato in barca senza usare le precauzioni prescritte dalle regole della navigazione. Infatti dovrebbe essere obbligatorio, soprattutto per chi va in solitaria, dotarsi di un apposito sistema a strappo che, se per caso, si dovesse finire in acqua provvede a fermare il motore. Così non è stato e ad un certo punto l’uomo è finito in mare e la barca, impazzita e a tutto gas, ha cominciato a girargli intorno rischiando di ferirlo seriamente. L’incauto scafista ha poi riportato solo delle ferite alla schiena causate da motoscafo che lo ha colpito alcune volte, per fortuna, con la carena e non con le eliche. A quel punto intervenivano i ragazzi volontari del Comune di Ragusa. Come si vede nel filmato, dopo qualche minuto di inseguimento e studiata la modalità d’approccio, il responsabile riusciva a lanciarsi sul mezzo bloccando subito il motore. Da notare che nel salto Giuseppe Diaria ha anche riportato un grosso ematoma allo stinco destro. Nulla di grave per fortuna. Come dicevamo il sindaco Cassi appena saputa la notizia ha subito pensato di fare un post ringraziando i ragazzi per il coraggio.

di Direttore01 Ago 2021 22:08