Da lunedì 25 si nasce al Giovanni Paolo II, completato il trasferimento dei reparti Ostetricia/Ginecologia e Neanatologia

Rispettata la tabella di marcia relativa al trasferimento dei reparti di Ostetricia – Ginecologia e Unità Terapia Intensiva Neonatale (UTIN), dall’’ospedale “Maria Paternò Arezzo” al P.O. Giovanni Paolo II. Tutto si è svolto con la massima operatività e rispettando i tempi e le esigenze delle pazienti e dei neonati. Qualche lacrima sul volto di qualche operatore che dall’inizio della propria carriera professionale ha sempre lavorato nel  “vecchio” ospedale: ma, al di là della nostalgia  legata all’affetto verso la struttura,  sarà tutto più bello  nel nuovo ospedale. Ambienti moderni  e luminosi con arredamenti e attrezzature di ultima  generazione che renderanno la degenza delle pazienti e dei piccoli degenti  sicuramente più confortevole. Con il trasferimento dell’UTIN è stato portata a compimento  un’altra fase del cronoprogramma avviato a ottobre 2018 con l’apertura del nuovo ospedale “Giovanni Paolo II”- che ha visto il trasferimento di tutto l’ospedale Civile e di alcuni reparti dell’ospedale M.P. Arezzo di Ibla

di Redazione22 Nov 2019 16:11