Cosa è rimasto del M5S? Se lo chiede l’ex consigliere pentastellato Dipasquale

In questi ultimi giorni, il M5S a Ragusa si appresta a presentare la lista dei candidati che intende concorrere alle prossime elezioni amministrative.
Rispetto a cinque anni fa, non si conoscono i criteri che l’attuale candidato sindaco abbia adottato per la formulazione della stessa.
Il regolamento ufficiale delle elezioni amministrative prevede che ciascun candidato:
· dovrà essere iscritto all’Associazione MoVimento 5 Stelle, con sede in Roma, via Nomentana 257;
· dovrà accettare lo Statuto e il Codice Etico dell’Associazione MoVimento 5 Stelle e condividerne totalmente il suo contenuto;

Non sappiamo quindi ad aggi – perché non è stato reso noto – se questi criteri siano stati rispettati.
Inoltre, leggendo tra le righe del nuovo statuto ufficiale si apprende all’art.2 comma b che:
· Il MoVimento 5 Stelle svolge la propria attività politica nel rispetto del principio di trasparenza e partecipazione.

Questo “sacrosanto” principio è stato ad oggi disatteso dall’attuale squadra che concorre al governo della città. Nessuna condivisione delle scelte è stata perpetrata: la partecipazione ai criteri di definizione della lista non è stata resa nota ne tanto meno la propinata trasparenza prevista dal nuovo statuto.
Considerato che il M5S considera questi elementi fondamentali, la cittadinanza ragusana ha bisogno di chiarezza.
Il candidato sindaco fornisca esaustive spiegazioni, soprattutto in un momento così delicato come la presentazione pubblica dei candidati alla città.

di Redazione09 Mag 2018 10:05