Asp 7. Le sigle sindacali si rivolgono a Musumeci e ai deputati regionali

F.P. CGIL, UIL FPL, F.S.I., FIALS, UGL, NURSIND sentendosi snobbati dal manager Ficarra, sulle vicende del riassetto del personale dell’Asp, inviano una lettera aperta al presidente della Regione, all’assessore competente e ai deputati regionali al fine di risolvere una situazione che pare non aver via d’uscita.

Pubblichiamo integralmente il testo della lettera delle sigle sindacali.

-Al Presidente della Regione On. Nello Musumeci
-All’Assessore Regionale della Salute
On. Ruggero Razza
-Ai Deputati Regionali della Provincia di Ragusa
On. Giorgio Assenza On. Stefania Campo On. Nello Dipasquale On. Orazio Ragusa
Loro Sedi
e p.c.
Agli Organi di Informazione

Le scriventi OO.SS., in sede di delegazione trattante del 29.05.2018 presso l’ASP di Ragusa, visto che la parte pubblica, rappresentata dal Commissario Salvatore Lucio Ficarra, non ha voluto recepire e discutere nel merito alcuni argomenti richiesti con nota del 25/05/2018, ad integrazione del punto all’ordine del giorno relativo all’informativa sulla dotazione organica, quali:
– Passaggio personale da part-time a full-time;
– Integrazione posizioni organizzative;
– Coordinamenti sanitari e non;
– Produttività 2018.

Atteso che gli argomenti suindicati hanno la necessità di essere definiti e discussi con immediatezza, al fine di dare soluzione ultimativa alle problematiche che presentano, e di contro si è riscontrata una netta chiusura della parte pubblica al confronto richiesto, le sigle sindacali sottoscritte e le RSU di riferimento hanno abbandonato per protesta la riunione di delegazione trattante, stigmatizzando il comportamento del Commissario Ficarra, che non giova alla riattivazione di adeguate rela zioni sindacali, già compromesse da atti unilaterali della Direzione Generale.
Si prende infine atto, con disappunto, che la settimana scorsa il Commissario Ficarra ha concesso un incontro separato con altra sigla sindacale, preparatorio della riunione odierna, come dalla stessa pubblicamente dichiarato.
Chiediamo pertanto un autorevole intervento delle autorità in indirizzo, per ripristinare corrette relazioni sindacali, confronti produttivi aperti, tenuto conto delle diverse criticità attuali, che saranno appesantite dalla stagione estiva, con l’incremento delle presenze turistiche, degli sbarchi dei migranti e degli incidenti stradali.
Distinti saluti. Ragusa 30/05/2018

di Redazione30 Mag 2018 15:05