Passalacqua: stasera a Venezia (19,30 su SportItalia) gara due delle semifinali

Sfumata nelle battute finali una vittoria che sarebbe stata ampiamente legittimata da quantoil preoccupato pubblico del PalaTaliercio aveva visto fino a quel momento, e sperando che Raquna Williams ritorni ad essere la “normale” grande giocatrice dell’anno a Ragusa (nulla a che fare con la stratosferica giocatrice ammirata al PalaTaliercio) la Passalacqua ritorna sul parquet di Venezia per affrontare gara due (arbitri Bonfante di Lonigo, Marota di S. Benedetto del Tronto e Sartori di Arsiè), puntando a rimettere in parità il conteggio delle vittorie per poi presentarsi nelle migliori condizioni a gara tre, giovedì sera al PalaMinardi.  Se è già difficile fare pronostici per le sfide della regular season, quando si prova a farne per una gara dei play off il rischio di essere smentiti dal risultato sul campo diventa molto più alto; come ribadito, nel caso vi fosse bisogno di una conferma, dalla sconfitta interna di Schio con Napoli che ha sconvolto ogni previsione di un tranquillo “basteranno tre sole gare” per le sclivensi. Di sicuro, considerando che in gara uno le aquile hanno dimostrato di essere alla pari delle veneziane e di potersela giocare fino in fondo, la condizione di sostanziale equilibrio lascia supporre che a rivelarsi determinante sarà la capacità di mantenere la concentrazione e recuperare dalle fatiche di sabato prima, più e meglio delle avversarie. E sebbene al riguardo coach Liberalotto abbia dalla sua il vantaggio di poter inserire Ashley Williams al posto di una delle straniere (ma non è detto che lo faccia) puntando su di una giocatrice “fresca”, tuttavia, come dicono sempre tutti, i play off rimangono il tipico caso “a parte” in cui ogni partita fa storia a sé.  Di conseguenza possiamo sederci con fiducia in poltrona a gustarci la diretta (19,30 SportItalia, canale 60), a scelta  con o senza il fantozziano corredo del vestaglione di flanella, frittatona di cipolla e Peroni gelata, e tifare fino alla sirena.  Sapendo che comunque vada (facendo gli scongiuri di rito) la storia non finirà stasera.

di Lina Giarratana23 Apr 2018 10:04