Sit-in di protesta, domani, davanti la Prefettura, dei lavoratori del settore di pulizia delle scuole iblee

La Fisascat-Cisl, sede territoriale di Ragusa, unitamente alla Filcams-Cgil, ha promosso per venerdì 10 febbraio, una manifestazione con sit-in dinanzi alla sede della Prefettura, in via Mario Rapisardi. La protesta si terrà dalle 9,30 alle 12,30 e riguarderà i lavoratori e le lavoratrici impegnate nel settore degli appalti di pulizia e ripristino del decoro delle scuole della provincia di Ragusa. Contestualmente, la stessa iniziativa, promossa dalla Fisascat-Cisl, è in programma a Siracusa. “Il motivo della protesta – spiega il segretario generale Vera Carasi con il segretario territoriale Salvatore Scannavino, dopo avere inviato una nota congiunta al prefetto di Ragusa e all’Ufficio scolastico regionale – risiede nella crescente tensione sociale che si sta generando tra gli addetti a causa della mancata ripresa dell’attività lavorativa nei cantieri scolastici legati al progetto “Scuole belle”, nonostante sia prevista una copertura finanziaria sino al 31 agosto prossimo, così come contemplato dalla legge di stabilità. Nel corso della manifestazione chiederemo un incontro con il prefetto a cui parteciperemo con una nostra delegazione. Siamo certi della sensibilità del prefetto Librizzi e contiamo sul fatto che il rappresentante del governo possa prendere atto delle difficoltà del personale”.

di Redazione09 Feb 2017 11:02