Furti nelle scuole a Ragusa. Il prefetto Librizzi ha convocato il omitato Provinciale dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica in Prefettura

L’aumento dei furti e di episodi di microcriminalità nelle scuole del Comune Capoluogo e di alcuni comuni della provincia di Ragusa è stato al centro delle valutazioni del Comitato Provinciale dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica in Prefettura.
Più controlli da parte delle forze dell’ordine e sistemi di allarme potenziati contro i furti nelle scuole della provincia.
Il Prefetto Maria Carmela Librizzi ha portato la questione nel corso di una recente seduta del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, alla presenza del Vice Sindaco del Comune Capoluogo, a seguito di numerose segnalazioni di dirigenti scolastici di Ragusa che, nell’ultimo periodo, hanno denunciato frequenti episodi di microcriminalità occorsi presso i rispettivi istituti scolastici, per effetto dei quali al danno economico si è sommato il disagio e l’inquietudine del personale delle scuole, dei docenti e dei genitori.
  
Anche se la situazione complessiva della sicurezza pubblica a Ragusa, secondo i vertici delle Forze di polizia, non presenta particolari criticità, il Comitato Provinciale dell’Ordine e la Sicurezza Pubblica ha condiviso l’esigenza di incrementare l’azione di controllo e vigilanza accentuando soprattutto i servizi coordinati tra Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Polizia municipale e di implementare l’attività informativa al fine di un costante ed aggiornato flusso di conoscenze, speculare alla situazione contingente.
In tale ottica il Prefetto Librizzi ha disposto l’adozione di ogni utile intervento diretto ad assicurare la massima visibilità delle Forze di Polizia, in relazione anche all’opportunità di offrire al mondo della scuola la vicinanza degli organi di polizia.
 
Intanto, i tecnici del Comune di Ragusa hanno effettuato sopralluoghi mirati nelle strutture scolastiche visitate dai ladri e presto si procederà all’implementazione del sistema di video sorveglianza alle scuole ed alle aree adiacenti.

di Redazione06 Dic 2016 18:12