Hockey su prato: pari con rimpianti nella prima in casa

img_2914Soltanto un pareggio per l’Hockey Club Ragusa contro il Cus Unime Messina nella gara di serie B che ha segnato il ritorno ufficiale dell’hockey su prato al Colajanni. L’1-1 sta molto stretto ai ragusani guidati in panchina da Francesco Tamburino, che tranne il quarto d’ora iniziale di sbandamento, pagato con la rete di Cardella, hanno attaccato per quasi l’intero incontro, mostrando un buon impianto di squadra e maggior caratura tecnica individuale. Nonostante la pressione i messinesi, salvati due volte dal bravissimo portiere De Domenico, sono stati raggiunti solo nel finale del primo tempo, quando l’allenatore-giocatore Tamburino infilava un imparabile push alto. La pressione ragusana si accentuava ancora nella ripresa, aperta da una buona occasione per Distefano, grazie alla netta superiorità del centrocampo di casa: ma il portiere ospite si ripeteva su conclusioni, anche molto ravvicinate, di Cocuzza, Occhipinti, Comitini e Murè. Una distrazione in difesa, non certo l’unica in tutta la gara (bisognerà provvedere), poteva costare moltissimo se l’arbitro avesse punito con l’indiscutibile rigore l’uscita scomposta del portiere Elia, costretto ad atterrare un attaccante ospite: però pochi minuti dopo, probabilmente per una discutibile scelta di compensazione, l’altro arbitro pareggiava i conti annullando una rete regolare di Cosentini per un fallo inesistente. L’Hc Ragusa ha provato a vincere fino al termine senza risparmiarsi, ma non è riuscito a finalizzare le occasioni, compresi i corner corti. Il pareggio serve poco ad entrambe le squadre, reduci da una sconfitta nella prima giornata: per puntare almeno al secondo posto, che garantisce lo spareggio di ammissione ai play off per la A2 con la pari classificata di un altro girone, domenica gli iblei dovranno assolutamente battere la forte ed esperta Raccomandata Giardini. Il rammarico per l’opportunità non sfruttata è stato comunque in parte attenuato dalla prova di carattere e dalla buona presenza di pubblico. Questa la formazione: Elia, Mirabella, Italia, S. Tumino, Murè, Cintolo, Distefano, Comitini, Quartarone, G. Tumino, Tamburino, Occhipinti, Montes, La Cognata, Cocuzza, Iudice. Allenatore Tamburino. Corti 5-1 per l’HC Ragusa.

di Gianni Papa14 Nov 2016 17:11