Ispica, arrestato un ventisettenne per aver aggredito con un coltello il padre dell’ex

La scorsa notte, i Carabinieri di Ispica e del Nucleo Radiomobile di Modica hanno tratto in arresto Ignazio Mansueto, sciclitano di 27 anni, già noto alle forze di polizia, responsabile dei reati di lesioni personali aggravate e porto di armi atte ad offendere. Il ragazzo si era presentato sotto l’abitazione della ex compagna urlando frasi minacciose nei confronti della stessa e dei suoi familiari.

Sentite le urla, il padre della ragazza è intervenuto per far sì che il ventisettenne si desse una calmata ma, suscitando l’effetto inverso, ha rimediato un’aggressione a mano armata. Infatti, il Mansueto, impugnando un coltello a serramanico di genere vietato, ha colpito l’uomo al collo ed al volto per poi allontanarsi a piedi.

Due pattuglie di Carabinieri sono giunte sul posto il più presto possibile: gli agenti sono riusciti a rintracciare il Mansueto a poca distanza dall’aggressione: il ragazzo se ne stava tranquillamente in un bar.  I militari dell’Arma, quindi, lo hanno bloccato e, a seguito di perquisizione personale, lo hanno trovato in possesso del coltello utilizzato poco prima per colpire il padre della sua ex compagna. Mansueto è stato ora sottoposto ad arresti domiciliari.

L’uomo aggredito, invece, è stato portato presso l’Ospedale Maggiore di Modica ove, a seguito dell’aggressione, veniva riscontrato affetto da ferite lacero contuse al collo ed al volto e dimesso con una prognosi di 10 giorni.

 

di Carmelo Dipasquale08 Lug 2016 11:07