Un atto di indirizzo per la valorizzazione del patrimonio storico e museale risalente alle due guerre mondiali

Lo scorso 6 maggio Filippo Spadola ha presentato un atto di indirizzo per la valorizzazione di tutto il nostro patrimonio storico risalente alle due guerre mondiali e quindi anche alla nostra esperienza coloniale.

“Questo è il primo atto – dichiara Filippo Spadola, consigliere comunale dei 5 Stelle – di un disegno più generale di riordino e potenziamento del nostro sistema museale, che mira, nello specifico, a valorizzare, migliorandone di conseguenza la fruibilità, tutti i reperti e le testimonianze che riguardano le guerre mondiali ed il periodo coloniale italiano. Ciò sarà possibile tramite una convenzione che il Comune di Ragusa dovrà stipulare con l’Associazione nazionale combattenti e reduci, con l’Associazione culturale ‘Lambra Doria’ e con i tanti collezionisti privati che vorranno contribuire a questo progetto di valorizzazione e salvaguardia della nostra memoria storica”.

“Sulla scorta – continua Spadola – di un percorso legislativo nazionale iniziato nel 2001, per la ‘Tutela del patrimonio storico della Prima Guerra Mondiale’, e proseguito con i vari disegni di legge che si sono succeduti con il preciso intento di proteggere e custodire i vari cimeli risalenti alla Seconda Guerra Mondiale, propongo al Consiglio comunale di recepire questo atto. Questa è un’iniziativa di cui vado enormemente fiero, non solo per l’induscusso valore didattico e pedagogico che esso cela in sé, ma anche perché un museo ricco e filologicamente strutturato ha un’indubbia valenza turistica”.

di Redazione08 Mag 2016 16:05