Parte il progetto ‘Modica città virtuale’: reali cambiamenti e più democrazia

Il progetto ‘Modica città virtuale’ nasce dall’esigenza di tantissimi cittadini di voler partecipare attivamente alla vita pubblica della città, perché quasi assolutamente impossibilitati a partecipare alla vita della città reale. Oggi, infatti, assistiamo spesso alle solite problematiche comunicative e di conoscenza da parte dei cittadini che, ad esempio, telefonando o recandosi, in qualche ufficio comunale si sentono dare risposte evasive e poco esaustive o addirittura, in alcuni casi, non ne ricevono alcuna. Oggi, purtroppo, il cittadino modicano non ha alcuna possibilità di partecipare, attraverso segnalazioni, proposte e quant’altro, alla vita del proprio quartiere e quindi della propria città. Ne è un esempio, il sito del Comune, dove il cittadino che vuole venire a conoscenza di un dato, ne è quasi impossibilitato, data la poca organicità e chiarezza. Ancora oggi, purtroppo, il Palazzo del Comune, anziché diventare sempre più trasparente come il vetro, diventa sempre più chiuso e meno accessibile al ‘povero’ cittadino. Da qui, l’idea – progetto di voler creare, alla pari della città reale, anche la città virtuale, utilizzando il social più frequentato e conosciuto ‘facebook’. Tale città virtuale si sviluppa, attraverso dei gruppi facebook, in sette macro aree coincidenti con le principali zone della città e ciò per dare la possibilità ad ogni cittadino di partecipare alla vita pubblica della città, iniziando dal proprio quartiere. I gruppi, chiamati comitati, si propongono di difendere i diritti dei cittadini della zona di appartenenza, soprattutto dei più ‘deboli’ ed hanno come scopo la partecipazione attiva alla risoluzione dei tanti problemi che attanagliano il quartiere, migliorandone la qualità della vita, e la diffusione di tale cultura tra la cittadinanza. Può unirsi al gruppo chiunque abbia a cuore le sorti del proprio quartiere. Per ogni gruppo c’è uno o più amministratori virtuali a sua volta coordinati da una sorta di sindaco virtuale che funge, appunto, da coordinatore e moderatore. Di seguito l’elenco delle zone col rispettivo amministratore virtuale: Comitato per Modica Alta – Giuseppe Baglieri, Comitato per Modica Bassa – Giuseppe Cannata, Comitato per le contrade modicane – Carmelo Baglieri e Luigi Leonardi, Comitato per Modica Dente – Marcello Medica, Comitato per Frigintini – Luca Del Guercio, Rosario Puglisi e Renato Cacioppo, Comitato per Marina di Modica e Maganuco – Luigi Leonardi, Comitato per Modica Sorda – Damiano Corallo. Ad oggi, sono già oltre mille i cittadini iscritti ai vari gruppi di ‘Modica città virtuale’ e in tanti sono quelli che partecipano attivamente. Riteniamo che solo attraverso il coinvolgimento e la partecipazione di quanti più cittadini alla vita della città, ci possa essere la possibilità di reali cambiamenti in positivo e una maggiore e più alta democrazia.

di Redazione02 Apr 2016 10:04