Altri bus navetta per Ibla e il Castello Donnafugata

Pubblicate sul sito istituzionale del Comune due avvisi riguardanti manifestazioni d’interesse per l’individuazione di soggetti interessati all’attivazione di due distinte linee sperimentali di collegamento, mediante bus navetta, tra Ragusa Centro ed il Castello di Donnafugata e la città ed il quartiere barocco di Ibla.
I servizi, della durata biennale, saranno effettuati ad offerta indifferenziata al pubblico, secondo l’itinerario predeterminato. Per entrambi i collegamenti la tariffa sarà stabilita dall’assegnatario, senza oneri a carico dell’Amministrazione Comunale. La tratta Ragusa (capolinea Piazza del Popolo) – Castello di Donnafugata dovrà essere garantita con un numero di linee ad orario cadenzato in funzione di specifiche fasce orarie variabili nel periodo estivo, primaverile-autunnale ed invernale. All’interno dello stesso servizio si dovrà altresì prevedere un collegamento con il quartiere barocco di Ibla. Tra i criteri tecnici di presentazione dell’offerta, figura l’utilizzo di veicoli a basso impatto ambientale, inclusi quelli elettrici, a metano ed ibridi. Il collegamento Ragusa con il quartiere barocco di Ibla invece dovrà essere garantito con un numero di linee ad orario cadenzato in funzione di fasce orarie con riferimento alle diverse giornate settimanali, differenziando tra il periodo invernale e primaverile-autunnale con almeno quattro corse giornaliere, a partire dalle ore 20,40 da garantire nei giorni di venerdì, sabato e domenica. Nel periodo luglio – settembre le corse dovranno salire a sei e garantite tutti i giorni della settimana a partire dalle 19,10. Potranno presentare offerta, entro le ore 12 del 18 marzo prossimo, le imprese che esercitano la professione di trasportatore su strada per il trasporto di persone, in possesso dei requisiti stabiliti dall’art. 3 del Regolamento CE 1071/2009. “Attraverso tale sistema – afferma l’assessore al turismo, Stefano Martorana – l’Amministrazione Comunale intende migliorare i collegamenti tra i principali attrattori turistici, storici e culturali della città, potenziando nella maniera migliore il servizio offerto ai numerosi turisti che visitano il nostro territorio, con particolare riferimento al periodo estivo, rispondendo, altresì, in maniera ottimale, ad una specifica esigenza manifestata in diverse occasioni dagli operatori economici del settore attivi nella nostra città”.

di Redazione25 Feb 2016 14:02