Cinema: da lunedì 28 ritorna “Costaiblea Film Festival”

festcostiblConferenza stampa al Centro Servizi Culturali per la presentazione del “CostaIblea Film Festival”, unico a godere di un contributo dal Ministero dello Spettacolo ed antesignano dei festival cinematografici nella zona iblea, che dopo i due “anni sabatici” imposti dai mancati finanziamenti da parte della Regione ritorna con la diciannovesima edizione ad ampliare il tasso culturale e la qualità dell’offerta il panorama del “cosa succede in città” nel periodo delle festività. Il direttore artistico Vito Zagarrio (regista, scrittore, critico cinematografico e professore all’Università Roma Tre) insieme col direttore organizzativo Pasquale Spadola ed Emanuele Schembari, anche in veste di padrone di casa, nella foto hanno ripercorso il “complicato” cammino del Festival, che dall’esordio nel 1991 a Scicli, dopo i “passaggi” in varie località del litorale, ormai da parecchi anni è approdato (si spera in pianta stabile) a Ragusa: una lunga storia, spesso segnata dalle difficoltà ma sempre costellata di successi, grandissime presenze e caratterizzata dall’orgogliosa, costante e convinta scelta in favore del cinema di qualità, che – come ricordato da Vito Zagarrio e Pasquale Spadola – “ne ha fatto nel corso degli anni un appuntamento tra i più attesi e “rispettati” nel panorama nazionale”. Ma, pur rimanendo sempre fedele alla scelta in favore della qualità, Costaiblea si è caratterizzato anche come apprezzata vetrina per giovani autori, contribuendo con l’autorevolezza dell’evento di prestigio al lancio ed alla promozione delle loro opere: senza dimenticare un affettuoso “occhio di riguardo” per il cinema siciliano (in senso letterale e lato) e per il documentario di spessore.
costibl1 Ospitato, da lunedì 28 dicembre, nella tradizionale location del cinema Lumiere, il Costaiblea 2015 vanta un programma che garantisce la felice convivenza tra un grande potenziale di coinvolgimento capillare e l’alto livello delle proposte, tra cui spiccano le presenza di Gianni Amelio (Premio Carrubo d’oro alla carriera), Greta Scacchi(Premio Costaiblea) ed Enrico Lo Verso (Premio Costaiblea). Insieme con loro il regista calatino Piero Messina (L’attesa), la regista modicana Alessia Scarso (Italo), i registi di documentari Danilo Schininà, Carlo Lo Giudice e il ragusano Massimo Denaro. Le proiezioni avranno inizio alle 16 in ognuna delle tre giornate. Per “Omaggio a Gianni Amelio” lunedì si potranno seguire “Porte aperte”, “Il ladro di bambini” e “Lamerica”, alla presenza del regista e di Enrico Loverso. Alessia Scarso sarà in sala martedì dalle 17 per il suo “Italo”, seguito per “Costaiblea e dintorni” dal documentario “Lo stato brado” di Carlo Giudice. Dalle 21 Carmelo Messina riceverà i premi “Rosebud-Opera Prima” e “Girato in Costaiblea”, poi presenzierà alla proiezione del suo “L’attesa” (girato in zona iblea) e, insieme con Greta Scacchi, di “Capolavori svelati”, serie di documentari per Sky Arte. La giornata conclusiva di mercoledì 30 sarà aperta, alle 17, dal regista Massimo Denaro con il suo “Zac-I fiori del male”. Dalle 18,15 omaggio a Greta Scacchi con “Terza generazione”, poi il corto “Il Natale è il 24” di Danilo Schininà. Ancora omaggio a Greta Sacchi per la conclusione: dalle 21 “La donna della luna”, presenti la splendida protagonista e il regista Vito Zagarrio, cui farà seguito la consegna del premio Costaiblea all’attrice italo-australiana.

di Gianni Papa25 Dic 2015 00:12