Terrorismo: incrementata la sorveglianza anche in provincia di Ragusa

C’è anche il porto di Pozzallo, dove numerosi sono gli sbarchi di migranti, tra gli obiettivi sensibili indicati nel corso della riunione a Ragusa del Comitato provinciale per l’ordine e la Sicurezza pubblica, tenutasi ieri e presieduta dal prefetto Annunziato Vardè, “per un approfondito esame – viene spiegato – della situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica in relazione agli eventi terroristici verificatisi a Parigi il 13 novembre”. Si è proceduto ad una accurata analisi degli obiettivi sensibili di questa provincia “esposti a rischio”, finalizzata inoltre ad una attenta verifica delle attuali misure di vigilanza e controllo. Vardè ha disposto un’ulteriore stretta nell’esecuzione delle misure di controllo del territorio e dei servizi di vigilanza sugli obiettivi ritenuti sensibili, con l’innalzamento dei relativi “dispositivi di vigilanza” e l’attuazione di “attenti servizi di controllo” lungo le arterie stradali maggiormente interessate al traffico veicolare con la predisposizione di frequenti posti di blocco. Disposto, in particolare, un rafforzamento dei servizi di vigilanza presso lo scalo aeroportuale “Pio La Torre” di Comiso, nonché presso i porti di Pozzallo, Scoglitti e quello turistico di Marina di Ragusa.

di Redazione18 Nov 2015 14:11