Modica. Don Ciotti al cantiere di “Crisci Ranni”. Reddito garantito e povertà al centro dell’incontro

Una lunga e articolata discussione sul reddito minimo di cittadinanza garantito è stata tenuta da Don Luigi Ciotti, presente anche l’assessore ai servizi sociali, Rita Floridia, tenutasi, ieri pomeriggio, nel cantiere educativo “Crisci Ranni” nel quartiere “Fontana”.
Il fondatore del gruppo Abele e presidente di Libera, impegnato ieri a Rosolini in un convegno per operatori pastorali, si è intrattenuto sull’argomento con i rappresentanti di associazioni di volontariato della città e del sindacato cui è scaturito un confronto ricco di riflessioni e di suggerimenti.
Don Luigi Ciotti ha raccontato dei rapporti di amicizia che tiene con Papa Francesco con dialoghi che si tengono davanti a delle ottime tazze di caffè, una miscela donata proprio da Don Ciotti al Santo Padre.
“Come assessore ai servizi sociali, commenta Rita Floridia, ho voluto condividere questo momento di incontro con don Luigi Ciotti , partendo proprio dalle parole chiavi sottolineate dallo stesso Don Luigi , che sono continuità, condivisione e corresponsabilità.
Da queste tre parole, credo e ritengo che la politica oggi cosi come amministrazione dobbiamo avere il dovere morale che equivale appunto a una corresponsabilità di portare avanti con azioni concrete obiettivi comuni per il bene collettivo , mediante la condivisione appunto di azioni e continuità d’ interventi.
Ho avuto modo di dire a Don Ciotti che esistono da parte dello Stato e della Regione finanziamenti vedi il contributo affitto per persone in difficoltà ma ciò che arriva ai Comuni e viene poi realmente finanziato e solo una piccolissima percentuale rispetto alle numerosissime richieste.
Come Amministrazione abbiamo sin da subito creduto e attivato una politica che venga incontro alle fasce più deboli e fragili (non dimentichiamo il contributo Enel, il contributo per lo sfratto ..) motivo per cui non ci tiriamo sicuramente indietro nel sostenere e appoggiare anche a livello nazionale la vostra proposta di garantire un reddito minimo di cittadinanza , in quanto sono anche io fermamente convinta che non si può rimanere inermi di fronte a tante famiglie e giovani che quotidianamente lottano per andare avanti, dobbiamo ridare dignità!”

di Redazione14 Apr 2015 18:04