“Medico di base e Psicologo Insieme: un’esperienza di lavoro congiunto nella provincia di Ragusa”

L’Istituto di Gestalt Therapy h.c.c. Kairòs, in collaborazione con i Medici di Medicina Generale (MMG) ed i Pediatri di Libera Scelta (PLS) della provincia di Ragusa, dal 2011 è il promotore del Progetto di ricerca “Medico di base e Psicologo Insieme, un’esperienza di lavoro congiunto”.
Il progetto, coordinato dalla dott.ssa Elisa Amenta e dalla direttrice dell’Istituto, dott.ssa Valeria Conte, ha suscitato persino l’interesse e la sensibilità della “Fondazione di Comunità Val di Noto”, che dal giugno 2014, ha voluto supportarlo, consentendone l’attivazione nelle città di Ragusa, Modica, Pozzallo, Ispica e Scicli e coinvolgendo 11 psicoterapeuti della Gestalt.
Inoltre, l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, Facoltà di Medicina e chirurgia “A. Gemelli”, di concerto con l’Istituto di Gestalt Therapy h.c.c. Kairòs e l’Istituto di clinica e formazione “Nino Trapani” ha istituito il Master Universitario di secondo livello “LA COLLABORAZIONE TRA MEDICO E PSICOLOGO DI BASE NELL’ASSISTENZA PRIMARIA” che chiuderà le iscrizioni il prossimo 20 Aprile 2015.
La campagna informativa (prima fase del progetto) ha visto l’adesione di 25 Medici.

Il progetto è in linea con analoghe esperienze di alcune regioni italiane che hanno rafforzato un’importante sinergia tra Medico e Psicologo per l’accoglienza e la presa in carico globale del paziente e del suo contesto di appartenenza. L’approccio olistico alla persona e ai disagi presentati, rappresenta un supporto concreto anche sul piano di una riduzione della spesa sanitaria.
Il paziente ha a disposizione 4 colloqui gratuiti finalizzati alla diagnosi e alla consulenza psicologica.
Obiettivo della consulenza è di creare un luogo di incontro inteso come spazio relazionale di accettazione, di narrazione di sè, di costruzione di possibili alternative alla sofferenza, oltre che rappresentare un’occasione di “collegamento” con specialisti della Salute Mentale presso strutture pubbliche o private, per i casi che necessitano di ulteriori approfondimenti.
I dati, raccolti nell’assoluto anonimato, vengono elaborati per un’analisi qualitativa (migliore funzionamento della persona) e quantitativa (remissione della sintomatologia psicologica) dei risultati raggiunti. La ricerca, ancora in atto, sta riscontrando esiti positivi soprattutto nei comuni di Modica e Ragusa.

di Redazione13 Apr 2015 12:04