Incidente mortale a Santa Croce. Continuano le ricerche dell’auto pirata

Continuano senza sosta, in tutta la provincia, da parte dei Carabinieri di Ragusa le ricerche dell’auto pirata che ieri mattina, alle prime luci dell’alba a Santa Croce Camerina, lungo la S.C. 25 Santa Croce – Scoglitti, ha investito e ucciso un cittadino tunisino che si recava al lavoro nei campi in bicicletta, uccidendolo sul colpo e senza fermarsi a prestare il minimo soccorso.
In particolare si cerca una Fiat Panda vecchio modello di colore bianco condotta da un uomo anziano. Le ricerche, oltre che nel comune di Santa Croce, sono estese anche nei comuni vicini, nell’ipotesi che il pirata della strada possa essere residente anche in altre zone, visto che il sinistro si è verificato fuori del centro abitato. Si stanno anche visionando i filmati delle telecamere di video – sorveglianza presenti in zona, che potrebbero aver ripreso l’auto prima o dopo il sinistro. Inoltre si stanno facendo accertamenti presso tutte le autofficine del posto, poiché l’autovettura investitrice, sicuramente, nel violentissimo impatto con la bicicletta della vittima ha riportato dei danni alla carrozzeria che il conducente potrebbe aver già cercato di far riparare, per cancellare le tracce dell’accaduto.
I Carabinieri invitano quindi il pirata della strada a costituirsi presso la più vicina caserma dell’Arma, al fine di chiarire la sua posizione e invitano tutti coloro che sono in possesso di informazioni utili al rintraccio dell’autovettura ricercata di fornirle presentandosi presso un comando dell’Arma o telefonando al numero di emergenza 112.

di Redazione16 Gen 2015 16:01